Pil lombardo, stime al rialzo per il 2021: la crescita sarà del 6,4%. In Brianza boom di nuove imprese: più 8,6%
Boom del Pil lombardo per il 2021 e in Brianza crescono le nuove aziende

Pil lombardo, stime al rialzo per il 2021: la crescita sarà del 6,4%. In Brianza boom di nuove imprese: più 8,6%

Nel Nord Ovest, però, in Italia e soprattutto in Germania, le scorte di prodotti finiti sono in consistente diminuzione da questa primavera, di molto sotto ai livelli considerati normali. Le imprese italiane e tedesche stanno, quindi, ricorrendo anche alle giacenze nei magazzini

Forte ripresa e previsioni in rialzo (più 6,4%) per la crescita del Pil lombardo. Anche se persistono le difficoltà nell’approvvigionamento delle materie prime. Lo dicono i dati del Booklet Economia a cura del Centro Studi di Assolombarda, pubblicato su Genio & Impresa (genioeimpresa.it), il web magazine dell’Associazione. L’ultima stima, a luglio, era del 5,4%.

Nel Nord Ovest, però, in Italia e soprattutto in Germania, le scorte di prodotti finiti sono in consistente diminuzione da questa primavera, di molto sotto ai livelli considerati normali (in Germania il saldo è sceso a -16, a fronte di un minimo dal 1998 al pre-pandemia pari a -6).

Le imprese italiane e tedesche stanno, quindi, ricorrendo anche alle giacenze nei magazzini per assorbire le tensioni sui prezzi e sulle disponibilità di materie prime e semilavorati.

La Brianza, intanto, fa registrare la nascita di nuove imprese, a conferma delle buone performance economiche del territorio. Tra aprile e giugno 2021 si registrano 1.247 nuove aziende, +8,6% alla media del triennio 2017-2019 (pre-Covid). Le cessazioni, invece, sono ancora ridotte rispetto a quelle ‘normali’ registrate nel periodo antecedente la pandemia, risentendo plausibilmente anche dell’effetto delle misure di sostegno messe in atto dal Governo. Le imprese che hanno cancellato la propria posizione dai registri camerali nel secondo trimestre 2021 sono 640 (al netto delle cancellazioni d’ufficio), ancora circa di un quinto inferiori rispetto al periodo 2017-2019.


© RIPRODUZIONE RISERVATA