Mozione regionale per Electrolux

I vertici convocati al Pirellone

Mozione regionale per Electrolux  I vertici convocati al Pirellone

Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato all’unanimità una mozione per chiedere alla Giunta di tenere alta la guardia sulla situazione dell’Electrolux di Solaro, di coinvolgere le altre Regioni. Vertici aziendali convocati al Pirellone.

Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato all’unanimità una mozione per chiedere alla Giunta di tenere alta la guardia sulla situazione dell’Electrolux, di proseguire il presidio dei tavoli delle trattative per tutelare i livelli produttivi e occupazionali a Solaro e di coinvolgere le altre amministrazioni regionali nella difesa delle sedi di Porcia (Pordenone), Susegana (Treviso) e Forlì. Nell’impianto di Solaro sono impiegati 900 lavoratori.

Una seconda richiesta riguarda l’adozione immediata di tutti i provvedimenti utili contenuti nelle due nuove leggi sui contratti di solidarietà e in materia di competitività.

L’assessore regionale al Lavoro Valentina Aprea ha comunicato che entro dieci giorni sarà presentato il regolamento sull’attuazione della nuova legge sui contratti di solidarietà, mentre la Giunta martedì 18 febbraio ha deciso di convocare i Regione i vertici di Electrolux per lavorare affinché lo stabilimento di Solaro rimanga il punto di riferimento mondale per l’azienda nella produzione di lavastoviglie.

Lunedì 17 febbraio, saltato il tavolo al ministero per lo Sviluppo economico a causa della staffetta tra Letta e Renzi, Electrolux ha presentato ai sindacati il piano per lo stabilimento di Porcia per il 2014-17 che prevede investimenti per 32 milioni e 316 esuberi calcolati sullo schema delle sei ore più due di solidarietà: 298 operai (su circa mille) e 18 impiegati (su 64). Non dovrebbe essere prevista la riduzione dei salari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA