Monza, dalla Regione 745mila euro per 15 progetti di altrettante start up con il bando Archè
Guido Guidesi assessore Regione Lombardia (Foto by Andrea Barison)

Monza, dalla Regione 745mila euro per 15 progetti di altrettante start up con il bando Archè

I soldi del bando regionale sono stati destinati a start up, micro-piccole e medie imprese e professionisti per sostenerli nella ricerca di un proprio modello di business di nuovi mercati come sbocchi dei loro prodotti

Un sostegno alle start up lombarde. Brianza compresa. Arriva dalla Regione, che attraverso la misura ‘Archè’ ha finanziato 299 progetti di start up con una dotazione economica di 14.760.000 di euro e un investimento totale di 30.366473,63. Per la provincia di Monza e Brianza ci sono 15 sono progetti: il contributo regionale qui è pari a 745.288 euro per un investimento complessivo sulla provincia di 1.568.900 di euro.

Queste le star up che riceveranno per i loro progetti il finanziamento: Innovacarbon srl di Agrate Brianza (start up innovativa), IT’S B srl di Seregno (start up culturale o creativa), NatureLife SAGL Correzzana, LAB.FIT WELLNESS srl di Seregno, Esistand srl di Limbiate, Album Italia di Limbiate, Physiodent Group srl di Giussano, Gerico Security srl, Centro Fitness Anthea Società Sportiva Dilettantistica srl di Camparada, Paolo Fumagalli srl di Concorezzo (start up innovativa), Torri bianche srl, J’BM srl di Burago di Molgora, Biemme srl di Seregno, Beta srl di Seregno (start up culturale o creativa) e Milano Spirits srls.

I soldi del bando regionale sono stati destinati a start up, micro-piccole e medie imprese e professionisti per sostenerli nella ricerca di un proprio modello di business di nuovi mercati come sbocchi dei loro prodotti. Un obiettivo è anche sviluppare esperienze di co-innovazione tra aziende per rafforzarle e rispondere meglio alla crisi dovuta alla diffusione del virus.

L’agevolazione è un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese considerate ammissibili e nel limite massimo di 75.000 euro. L’investimento minimo ammissibile è pari a 30.000 euro.

“La Lombardia -spiega l’assessore allo Sviluppo economico Guido Guidesi- si conferma leader in Italia per numero di start up innovative. L’impegno della Regione è quello di sostenere le idee dei nostri giovani imprenditori affinché questo primato si confermi anche in futuro e strumenti come la misura ‘Archè’ vanno proprio in questa direzione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA