Meda: Google folgorato da BertO, il colosso mondiale investirà per sostenere le aziende dell’Italia in digitale
Filippo Berto, a.d di BertOsalotti (Foto by Paolo Volonterio)

Meda: Google folgorato da BertO, il colosso mondiale investirà per sostenere le aziende dell’Italia in digitale

BertOsalotti, azienda medese del settore design scelta come caso di studio del nuovo progetto. È all’avanguardia nell’uso della tecnologia digitale. Google ha scelto alcune tra le aziende italiane più virtuose, casi di eccellenza nel digitale e fonti di ispirazione.

BertOsalotti è uno dei casi studio del nuovo progetto di Google. Il colosso mondiale tramite il suo Ceo, Sundar Pichai, ha dichiarato di investire 900 milioni di dollari in cinque anni per avviare l’iniziativa “Italia in digitale”, un nuovo piano dedicato alle piccole e medie imprese con l’obiettivo di accelerare la trasformazione digitale in Italia. Il progetto ha l’obiettivo di favorire la ripresa economica nel nostro paese, duramente colpito da Covid- 19. Google ha scelto alcune tra le aziende italiane più virtuose, casi di eccellenza nel digitale e fonti di ispirazione. E la locale BertOsalotti, è l’azienda che nel settore design rappresenta meglio ciò che Google definisce come “storia di successo”.

“Dal 2012 a oggi- ha spiegato l’a.d. Filippo Berto- siamo stati più volte citati come caso studio per Google, proprio per la nostra capacità di aver saputo leggere, prima degli altri, contesti e scenari e di aver compreso come le tecnologie digitali abbiano rivoluzionato l’accesso a servizi sartoriali. La nostra storia nasce dalla passione per il design e per la qualità e ha trovato nel distretto produttivo di Meda la sua concretizzazione, grazie al know-how artigiano che da noi è presente da centinaia di anni insieme a un gusto per lo stile che ci è universalmente riconosciuto. La nostra storia digitale è nata con l’obiettivo specifico di poter offrire a clienti di tutto il mondo un servizio esclusivo e diretto, senza alcun intermediario”.

Ingredienti speciali che Google ha visto in Berto, e cioè visione, strategia per migliorare costantemente i servizi online per i propri clienti e tanto coraggio.

“La maggior parte delle aziende italiane di design non ha ancora una strategia digitale in grado di offrire strumenti innovativi ai propri clienti- ha proseguito Filippo Berto- sia per quanto riguarda il prodotto sia per la progettazione dei propri spazi, in quanto si rifanno ad un metodo tradizionale per affiancare i propri clienti, ma anche perché hanno poca dimestichezza con le nuove tecnologie digitali, improvvisandosi in situazioni non professionali”. Da molti anni BertO offre servizi di interior design in tutto il mondo, consolidando la fiducia di molti clienti in Italia, in Europa, ma anche negli Usa e in Asia. E ciò è dimostrato dalle molte recensioni indipendenti che si possono leggere sulle piattaforme di Google my business ed Ekomi.

Filippo Berto ha concluso affermando che : “ per essere citati come “storia di successo” da Google è stato necessario conquistare la fiducia di una delle aziende più importanti al mondo. Ma il punto non è questo. Se le nostre iniziative o non fossero state lungimiranti per i nostri clienti, tutto questo non sarebbe successo. Le persone sono sempre le stesse. Sono le aziende che devono cambiare. Cambiare per essere sempre più vicini ai bisogni dei propri clienti, offrire prodotti tecnologicamente all’avanguardia e servizi unici, senza alcun intermediario dalla progettazione fino alla consegna”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA