Lavoro, il Politecnico premia Esselunga per il progetto che innova la selezione delle risorse umane
Politecnico premia Esselunga

Lavoro, il Politecnico premia Esselunga per il progetto che innova la selezione delle risorse umane

Il Politecnico di Milano ha premiato Esselunga per un progetto che digitalizza la selezione dei candidati a un nuovo posto di lavoro. Il premio “HR Innovation Awards 2019” è sttao consegnato nell’ambito del convegno “Agile Transformation: così si allenano le organizzazioni per il futuro”.

Il Politecnico di Milano ha premiato Esselunga per un progetto che digitalizza la selezione dei candidati a un nuovo posto di lavoro. Ha vinto il premio “HR Innovation Awards 2019” assegnato dall’osservatorio della School of Management del PoliMi nella categoria “Recruiting”.

Il progetto impiega uno strumento digitale per la gestione della prima fase di screening del candidato. “Questa soluzione ha permesso di eliminare le telefonate grazie a un sistema di mail e sms automatici, oltre a sperimentare algoritmi di intelligenza artificiale applicati alla video intervista”, specifica una nota.

Il premio è stato consegnato mercoledì 12 giugno a Luca Lattuada, direttore risorse umane e prganizzazione di Esselunga, e Daniele Del Gobbo, Talent Acquisition & Employer Branding Manager, nell’ambito del convegno “Agile Transformation: così si allenano le organizzazioni per il futuro”.

Il progetto di digitalizzazione è nato alla fine del 2018 e ha cambiato la selezione dei candidati.

“In precedenza l’iter selettivo per la rete vendita prevedeva una convocazione telefonica, un colloquio di gruppo di circa 60 persone, seguito da micro-assessment di 1 ora in gruppi di circa 12 persone, per poi passare, in caso di esito positivo, al colloquio individuale – si legge ancora nella nota - Con l’implementazione del nuovo strumento digitale i candidati sono contattati via sms ed e-mail e invitati a un video colloquio in differita di 10 minuti. Con questa modalità, Esselunga riesce a effettuare un primo screening degli interessati, passando da circa 50mila telefonate all’anno alla gestione di 20mla contatti. Alla video intervista sono applicati algoritmi di intelligenza artificiale con l’obiettivo di individuare un ranking dei candidati in base alla valutazione di specifiche soft skill riconosciute dall’algoritmo. I migliori candidati nel ranking vengono analizzati dai recruiter e invitati a un video colloquio live che, se di esito positivo, dà accesso al terzo e ultimo passaggio: il colloquio fisico presso la sede di Esselunga”.

In fase di sviluppo c’è anche un “chatbot” (un software-risponditore) per indirizzare il candidato verso la posizione più idonea già dal sito internet. Ogni anno sono circa 150mila le candidature per le posizioni aperte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA