Esselunga aderisce al Global Compact Onu per lo sviluppo sostenibile
Un negozio Esselunga

Esselunga aderisce al Global Compact Onu per lo sviluppo sostenibile

Il marchio fondato da Bernardo Caprotti ha deciso di aderire agli impegni del Global Compact dell’Onu per lo sviluppo sostenibile, tra diritti umani, del lavoro, dell’ambiente e lotta alla corruzione.

Esselunga rafforza il proprio impegno per la sostenibilità e aderisce al Global Compact delle Nazioni Unite, la più grande iniziativa a livello mondiale per lo sviluppo sostenibile, fondata su dieci principi universali relativi al rispetto dei diritti umani, del lavoro, dell’ambiente e della lotta alla corruzione.

Con l’adesione a questo programma, Esselunga si impegna a rendere parte integrante dei propri processi decisionali, delle strategie di sviluppo e delle attività quotidiane i dieci principi fondanti, a supportare gli obiettivi delle Nazioni Unite, inclusi gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs), e a rendicontare annualmente i propri progressi registrati nell’implementazione dei dieci principi. Un’adesione che conferma la strategia di sostenibilità dell’azienda fondata dal brianzolo Bernardo Caprotti fondata su cinque pilastri: i clienti, le persone l’ambiente, i fornitori e la comunità e rispecchia il piano di sostenibilità con i suoi ambiziosi obiettivi da raggiungere entro il 2025.

Il Global Compact, fondato nel 1999, è un’iniziativa volontaria volta a promuovere i valori della sostenibilità nel lungo periodo, attraverso azioni politiche, pratiche aziendali, comportamenti sociali e civili e incoraggia le aziende e le organizzazioni che vi aderiscono, a condividere, sostenere e applicare nei propri ambiti di intervento attività nel segno della sostenibilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA