Bt Group sbarca a Carnate negli spazi della ex Mellin: lì stoccaggio e verniciatura
L'ex edificio della Mellin di Carnate (Foto by Gabriele Galbiati)

Bt Group sbarca a Carnate negli spazi della ex Mellin: lì stoccaggio e verniciatura

L’azienda lesmese intende investire 6 milioni di euro nell’operazione che dovrebbe portare a un numero ancora non quantiifcato di assunzioni

Un investimento da oltre sei milioni di euro per recuperare la ex Mellin di Carnate, abbandonata da anni, e trasferire lì parte della produzione, con nuove assunzioni (il numero dei nuovi assunti è però ancora da quantificare con esattezza. Attualmente i dipendenti sono 220).

È l’ambizioso programma di Bt Group, l’azienda di Lesmo specializzata in schermature solari e strutture per outdoor, di cui i numeri del primo semestre di quest’anno confermano la crescita. L’effetto Covid quindi (chiusi in casa, gli italiani hanno pensato a rimodernare la casa) si fa sentire anche per le tende e le attrezzature da esterno. Con in più il traino degli ecobonus energetici collegati al settore.

I numeri

Nel primo semestre di quest’anno il fatturato aziendale relativamente alla rete vendita italiana (oltre 900 gli attuali rivenditori autorizzati in Italia) è stato pari a 10 milioni e 305mila euro, con un aumento di oltre il 50 per cento sullo stesso periodo del 2020. La dimostrazione, secondo l’azienda, di quanto la combinazione tra ecobonus e un rinnovato concetto di outdoor nell’home living, uniti alla capacità strategica dell’azienda, siano diventati il trittico perfetto per ottenere una crescita così significativa.

«Questo dato -commenta Luca Galletti, direttore commerciale Italia di Bt Group- non è solo mero calcolo matematico e puro incremento di fatturato ma è emblematico del rinnovato posizionamento aziendale, realtà profondamente operosa e sana, che ha saputo cavalcare il trend del settore nel giusto momento e con la strategia corretta».

Gli investimenti in nuove soluzioni per esterno e la forte componente innovazione e tecnologica che li connota sono stati gli elementi cardine che hanno portato BT Group a chiudere i primi sei mesi dell’anno con una crescita di questo calibro.

Per il prossimo biennio l’azienda si aspetta di crescere ancora, anche grazie all’introduzione del bonus 110%, di cui si sentiranno i benefici già da questo autunno. «Il nuovo headquarter di Lesmo è un importante biglietto da visita per tessere nuove relazioni e partnership in Italia e all’estero. Nei prossimi mesi vogliamo continuare a garantire gli standard di qualità e performance che da sempre connota l’azienda nonostante la difficoltà di approvvigionamento della materia prima» continua Galletti.

Per rispondere alle esigenze del mercato e sopperire alla criticità dettate dalla carenza di alluminio Bt Group amplia gli attuali 30.000 metri quadri di produzione con un nuovo strategico progetto. Nell’area ex Mellin è già avviato il cantiere per costruire nuovi capannoni di stoccaggio dei componenti e dell’alluminio e per il nuovo avveniristico impianto di verniciatura completamente green. Fine lavori prevista per gennaio-febbraio 2022.


© RIPRODUZIONE RISERVATA