Bcc di Carate Brianza: 2020, un anno difficile ma positivo
Sede della Banca di credito cooperativo di Carate Brianza

Bcc di Carate Brianza: 2020, un anno difficile ma positivo

Cresciuta la raccolta, impieghi stabili. Utile netto di 9,5 milioni. Donati oltre 400mila euro per l’emergenza sanitaria. Il presidente Annibale Colombo: «Anche nel 2021 sosterremo privati e imprese». Assemblea il 30 aprile

«Se nel 2020 siamo stati attenti e pronti a prorogare scadenze e a supportare imprese e persone fisiche, confermo che anche il 2021appena iniziato ci sta vedendo ancor più presi dalle necessità imprenditoriali e sociali».

È un impegno preso col cuore, a fronte di una difficilissima situazione economica generale, quello che Annibale Colombo, presidente della Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza, prende in sede di presentazione del bilancio 2020 della banca che presiede. «Il 2020 è stato un anno difficile per tutti, soprattutto per il prolungarsi della pandemia e l’incertezza dei rimedi che si sono susseguiti. Ciò nonostante la Bcc di Carate Brianza ha conseguito risultati importanti sia per la redditività che in termini di solidità patrimoniale».

Nel 2020 il patrimonio della banca ha raggiunto l’ammontare di 263 milioni di euro. L’utile netto è stato di 9,58 milioni di euro. «L’incertezza e la prudenza dei privati -sottolinea Colombo - ha portato a un aumento delle giacenze (la raccolta diretta cresciuta del 7,4%, la raccolta globale si è attestata a 3,920 miliardi). Chi investe va su investimenti tranquilli, o lascia i soldi sui conti».

La Bcc non ha mancato comunque di far sentire il suo sostegno all’economia locale, soprattutto alla piccola e media impresa: a fine 2020, nonostante le difficoltà del tessuto sociale ed in particolare delle imprese, ovviamente poco dedite a nuovi investimenti, i crediti verso la clientela si attestano a 1.427 milioni di euro, confermando un dato in linea con il 2019.

Nelle fasi di emergenza Covid la Bcc di Carate Brianza ha erogato oltre 3mila finanziamenti a piccole e medie imprese, artigiani e commercianti per 264 milioni di euro, oltre ad accordare 1700 moratorie per 323 milioni.

Il tradizionale impegno verso il sociale ha comportato opere di sostegno alla sanità per oltre 400 mila euro. Tra gli altri, interventi a favore dell’Asst di Vimercate, donazioni a favore dell’Asst Monza e dell’Asst dell’Ospedale Niguarda, oltre a donazioni a favore della Protezione civile di Carate Brianza, alla Croce Rossa Italiana per materiale sanitario.

L’assemblea ordinaria della Bcc di Carate Brianza chiamata ad approvare il bilancio si terrà il 30 aprile, non in presenza. I soci (sono 5.790) saranno rappresentati da un delegato designato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA