Voleva dirottare un Flixbus a Cinisello: guineano di 18 anni fermato dalla Polstrada di Seregno
La Polstrada di Seregno

Voleva dirottare un Flixbus a Cinisello: guineano di 18 anni fermato dalla Polstrada di Seregno

Voleva dirottare un pullman turistico pieno di viaggiatori, è stato bloccato e arrestato dagli agenti della polizia stradale di Seregno. È stata preziosa nel tardo pomeriggio di mercoledì 24 aprile la collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine per fermare un diciottenne originario della Guinea che voleva obbligare l’autista di un Flixbus a invertire la rotta e a raggiungere Torino invece di Venezia

Voleva dirottare un pullman turistico pieno di viaggiatori, è stato bloccato e arrestato dagli agenti della polizia stradale di Seregno. È stata preziosa nel tardo pomeriggio di mercoledì 24 aprile, vigilia della festa della Liberazione, la collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine per fermare un diciottenne originario della Guinea che voleva obbligare l’autista di un Flixbus, società di trasporti extraurbani, a invertire la rotta e a raggiungere Torino invece di Venezia. Lo straniero, un senza fissa dimora con permesso di soggiorno, arrivato in Italia ancora minorenne nel 2017, mercoledì 24 era salito sul Flixbus privo biglietto alla fermata Lampugnano a Milano. La sua destinazione era Torino, ma quando il bus ha imboccato l’autostrada A4 verso Venezia, ha iniziato a dare in escandescenza inveendo contro l’autista e urlandogli di fare marcia indietro.

Un autobus della Flixbus

Un autobus della Flixbus


I viaggiatori terrorizzati, è ancora vivo il ricordo del dirottamento del bus pieno di studenti a San Donato Milanese, hanno trovato il coraggio d’impugnare il cellulare e chiedere aiuto. Alla centrale di pronto intervento della polizia sono piovute decine di telefonate. In contemporanea l’autista è stato astuto. Invece di andare in contrasto con lo straniero, ha rallentato ed è uscito all’area di servizio Cinisello Balsamo Lambro Nord. In quel mentre è subito sopraggiunta una pattuglia della stradale di Seregno, la più vicina al luogo del dirottamento. Portellone dell’autobus aperto, gli agenti sono saliti sul mezzo. Di fronte alle divise della polizia invece di calmarsi, il guineano è diventato ancora più violento scagliandosi contro gli uomini in servizio. Un agente ha riportato una serie di ferite guaribili in 10 giorni.

Nell’area del distributore di benzina sono intervenute in supporto dei colleghi altre due pattuglie: una seconda della stradale e una volante di Cinisello Balsamo. Lo straniero è stato immobilizzato e arrestato. Nella mattinata di venerdì 26 aprile è stato processato per via direttissima. È stato convalidato il fermo per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Ora si trova in carcere in attesa di giudizio. Non era la prima volta che il diciottenne si rendeva protagonista di gesti violenti nei confronti delle forze dell’ordine. Il giorno di Pasqua, tre giorni prima del dirottamento del 24 aprile, aveva dato in escandescenza alla stazione Milano Lambrate. Nessun agente era rimasto ferito, ma lui era stato comunque indagato a piede libero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA