Villasanta, un consiglio comunale aperto per don Ferdinando Mazzoleni
Villasanta, i festeggiamenti per don Ferdinando Mazzoleni - foto Pinoia

Villasanta, un consiglio comunale aperto per don Ferdinando Mazzoleni

L’amministrazione di Villasanta saluterà don Ferdinando Mazzoleni in un consiglio comunale aperto, convocato appositamente. È uno degli appuntamenti per il sacerdote che va in pensione. E che spesso è stato al centro delle cronache, anche nazionali.

L’amministrazione di Villasanta rivolgerà il suo saluto e i suoi ringraziamenti a don Ferdinando Mazzoleni in un consiglio comunale aperto, convocato appositamente. L’appuntamento è fissato per martedì 7 giugno in aula consiliare dove prenderanno la parola sindaco, capigruppo e consiglieri comunali che vorranno rivolgere un pensiero al sacerdote che va in pensione dopo trent’anni in città.

LEGGI Campane fastidiose: multato il parroco di Villasanta

LEGGI Babbo Natale «ubriacone» a Villasanta, tutte le sparate di don Ferdinando

L’occasione sarà buona anche per la consegna di due omaggi . Si tratta di una riproduzione dello stemma del Comune di Villa San Fiorano, poi diventato emblema del municipio di Villasanta, e di una riproduzione degli atti con cui viene concesso un contributo pubblico di 6mila lire nel 1936 per l’ampliamento della chiesa parrocchiale.

Proseguono intanto anche i festeggiamenti organizzati dalla parrocchia che al pensionamento di don Ferdinando ha dedicato tre settimane di piccoli eventi. Dopo la serata amatoriale di gare di bocce, i ringraziamenti domenica si sono spostati a Sant’Alessandro con la Messa Solenne e poi un momento conviviale. Il 9 giugno, appuntamento alle 16.30 alla Rsa Villa San Clemente, mentre il 10 giugno alle 17 i saluti dei ragazzi dell’oratorio.

E non è mancato il senso dell’ironia alla comunità pastorale villasantese. Trai festeggiamenti dedicati a don Ferdinando Mazzoleni, parroco in procinto di andare in pensione, c’è stato anche “Un grazie sotto processo”, un concerto di campanari nell’ex oratorio femminile con riferimento alla causa intentata da due villasantesi al parroco per il frastuono delle campane cittadine. Un caso che aveva portato il parroco anche su Canale 5 nel mirino delle telecamere di “Striscia la Notizia” e per il quale era stato multato dal tribunale di Monza.
Non l’unica volta sotto i riflettori: il don è finito alla ribalta delle cronache nazionali per le sue posizioni dure in tema di tasse in tempi di crisi, di giovani e lavoro. O per quella volta che, a ridosso di Natale, diede del “ciccione” e “beone” a Babbo Natale. Ma solo perché vittima del consumismo.

È anche la mente della presenza a Villasanta del “Grande organo”, un organo a canne rilevato dal sacerdote e fatto restaurare in due anni di lavori che hanno poi portato la città a essere un punto di riferimento per la musica sacra.

Il programma completo dei festeggiamenti fino al 16 giugno sul sito www.parrocchiasantanastasia.com.


© RIPRODUZIONE RISERVATA