Villasanta: la polizia locale installa nuovi T-Red, ecco dove saranno le telecamere
La prima colonnina per T-Red installata: ne arrivano altre tre

Villasanta: la polizia locale installa nuovi T-Red, ecco dove saranno le telecamere

Tre nuove colonnine per ospitare il T-Red a Villasanta: saranno tra via Manzoni e via Volta, tra via Matteotti e via Edison e tra via Risorgimento e via Dei Mille e ospiteranno il sistema spara-multe a rotazione.

Non si passa col rosso altrimenti a Villasanta scatta la multa grazie al T-Red. La telecamera più temuta dagli automobilisti, dopo il suo debutto tra via Da Vinci e via Buonarroti, si moltiplica sul territorio. In questi giorni stanno cominciando i lavori per installare il sistema in altri incroci.

«Verranno predisposte le colonnine agli incroci semaforici tra via Manzoni e via Volta, tra via Matteotti e via Edison e tra via Risorgimento e via Dei Mille – ha chiosato il comandante della polizia locale Maurizio Carpanelli-. Per quanto riguarda il T-Red la spesa è di 30mila euro ed è già stata affrontata dalla vecchia amministrazione ma per una serie di questioni tecniche iniziamo adesso i lavori». Tra qualche settimana sul territorio di Villasanta saranno attive due telecamere che verranno spostate a turno nei quattro incroci per controllare il transito dei veicoli quando scatta il rosso al semaforo.

Il funzionamento del dispositivo tecnologico è molto semplice: il sistema è formato da due telecamere. Una a colori per il controllo del colore del semaforo una a infrarossi per la lettura della targa del veicolo. Una volta che il semaforo è giallo o rosso il T-Red si aziona, controllando tutti i veicoli che attraversano il semaforo quando già rosso. Se accade il sistema si attiva e scatta circa 60 fotografie al secondo. L’unità centrale poi sceglie, attraverso un software ad hoc, le sei più dettagliate e attinenti.

Le foto insieme ai metadati dell’infrazione sono poi inviati attraverso fibre ottiche al comando della polizia locale che, dopo aver controllato l’avvenuta violazione, può redigere e spedire il verbale di multa. «L’obiettivo non è far cassa, ma garantire la sicurezza per tutti – ha aggiunto Carpanelli -. Basta un dato per capire l’utilità del T-Red: nel 2019 col T-Red del quartiere di Sant’Alessandro abbiamo elevato due multe in totale, mentre tutti i giorni da quel semaforo transitano mediamente 6mila veicoli». Gli operai stanno anche posizionando nuovi bracci e pali per rendere più visibili i semafori soprattutto nella zona di via Volta e di via Matteotti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA