Viale Lombardia: ecco il mega hub alle porte di Monza da cui passeranno M1 e M5
L’hub di CInisello su viale Lombardia

Viale Lombardia: ecco il mega hub alle porte di Monza da cui passeranno M1 e M5

Il Comune di Cinisello Balsamo ha presentato il mega hub di viale Lombardia che comprende centro direzionale, ampliamento del centro commerciale, il capolinea della M1 e lo snodo per il futuro prolungamento della M5 a Monza.

Investimenti per 80 milioni di euro, il grande nodo di interscambio per il nuovo capolinea della M1 e lo snodo di transito della M5 con 2.500 posti auto, “una nuova piazza pubblica della mobilità con una stazione degli autobus che ospiterà 18 linee” e una bicistazione con tanto di ciclofficina: ecco che cosa sarà il nuovo hub di Bettola a Cinisello Balsamo, alle porte di Monza, l’intervento fondamentale anche il prolungamento della metropolitana a Monza attraverso la lilla.

Il Piano di intervento integrato Bettola affacciato su viale Lombardia lungo la statale 36 è stato presentato ufficialemente venerdì 23 marzo dalla giunta di Cinisello e fino a domenica 22 aprile 2018 sarà “possibile scoprire nel dettaglio e guardare da vicino l’Hub intermodale e il futuro centro polifunzionale costituito da aree commerciali, direzionali, di intrattenimento e servizi, grazie ad un originale allestimento in 3D e un video in realtà virtuale“ all’interno del Centro culturale Il Pertini.

Al Pertini anche la riproduzione di una carrozza della metropolitana, all’interno della quale sarà possibile entrare per immergersi in una proiezione virtuale: “Si tratta di un intervento di grande rilievo urbanistico di scala metropolitana che ha ottenuto tutte le autorizzazioni di natura ambientale, commerciale e viabilistica, frutto di una importante collaborazione tra pubblico e privato che ha visto coinvolti, oltre all’amministrazione di Cinisello Balsamo e gli operatori, tra i tanti i Comuni di Milano e Monza, la Regione Lombardia, la Città Metropolitana, MM spa e i diversi enti gestori delle autostrade” scrive il Comune confinante con Monza.

LEGGI le richieste di fondi di Milano

«Insieme agli operatori abbiamo ideato questo allestimento al Centro culturale Pertini per far comprendere l’importanza del progetto alla cittadinanza – ha spiegato il sindaco Siria Trezzi –. Si tratta di un’occasione unica di riqualificazione e rilancio di un’area che è strategica per tutto il Nord Milano. Questo sarà uno dei fulcri della rete di mobilità della nostra regione, il nuovo snodo strategico di interscambio per le linee M1 e M5, integrate con le linee di trasporto pubblico su gomma, la rete ciclabile, un parcheggio per le auto, che avrà anche una ricaduta occupazionale per il nostro territorio di oltre 1000 posti di lavoro».

La presentazione al Pertini

La presentazione al Pertini

«Realizzeremo un complesso polifunzionale di ultima generazione fra i più grandi e moderni d’Europa - ha sostenuto Sergio Zuncheddu, Presidente di Immobiliare Europea spa e promotore con il gruppo Auchan dell’intervento –. perfettamente integrato nel sistema viabilistico e di trasporto pubblico esistente e in fase di realizzazione. Oltre alle risorse private messe a disposizione per la realizzazione di opere pubbliche di importanza strategica, abbiamo assunto con l’Amministrazione comunale l’impegno di creare posti di lavoro stabili in numero rilevante e di favorire la crescita professionale di aziende locali in vista del loro inserimento nel nuovo complesso».

LEGGI la variante Allevi alla M5

Nel centro commerciale gli ampliamenti comprenderanno una nuova galleria multilivello, con accesso alla stazione della metropolitana, che include bar, ristoranti, attività culturali, aggregative e di svago, tra le quali anche un multisala e un planetario, oltre all’incremento di funzioni commerciali e di servizi. “Oltre a salvaguardare i posti di lavoro esistenti, sarà possibile assicurare circa 1.000 nuove assunzioni che privilegeranno i residenti del nord Milano. Una quota significativa di risorse derivanti dal Piano pari a 1,3 milioni di euro verrà destinata ad azioni di sostegno al commercio di vicinato”.

Tra i progetti anche un centro direzionale di oltre 34mila metri quadrati, mentre 16 milioni di euro saranno destinati all’acquisizione da parte dell’amministrazione comunale di nuove aree attualmente private nel Parco del Grugnotorto che sarà collegato all’Hub con una pista ciclabile di 4,5 chilometri.

I NUMERI
16 milioni di euro Risorse per l’acquisizione di aree del Parco del Grugnotorto
47.160 mq parcheggio d’interscambio
oltre 7.500 parcheggi complessivi a servizio del centro commerciale, del capolinea della M1 e della futura M5 e del centro direzionale
792 mq bicistazione
1.500 posti bici garantiti dall’intero intervento
1.239 mq aree pubbliche destinate ad attività culturali
18.396 mq aree destinate a verde pubblico nell’ambito del quartiere Bettola
34.430 mq Polo direzionale
84.000 mq superficie di vendita complessiva con negozi, oltre intrattenimento e servizi di pubblica utilità


© RIPRODUZIONE RISERVATA