Vedano scende in campo contro i ladri: partito il “Controllo di vicinato”
I cartelli del controllo di vicinato a Vedano

Vedano scende in campo contro i ladri: partito il “Controllo di vicinato”

Ha debuttato qualche settimana fa e ha già dato qualche frutto: il primo gruppo di Controllo di vicinato di Vedano è stato attivato dai residenti di due condomini tra via De Gasperi e via Giovanni XXIII.

Ha debuttato qualche settimana fa e ha già dato qualche frutto: il primo gruppo di Controllo di vicinato di Vedano è stato attivato dai residenti di due condomini tra via De Gasperi e via Giovanni XXIII. Nei prossimi giorni la presenza di cittadini attenti a quel che accade nei pressi delle loro abitazioni sarà indicata dai cartelli ufficiali adottati dall’associazione che verranno posizionati dal Comune, ma fin d’ora chi si avvicina ai palazzi può notare l’adesivo con il logo accanto ai citofoni.

«Il Gruppo – afferma il responsabile brianzolo Raoul Piemonti – ha fornito segnalazioni preziose su auto sospette e camper avvistati nei paraggi». I vedanesi che aderiscono hanno partecipato ad alcuni incontri in cui i referenti provinciali dell’associazione hanno spiegato come muoversi, come individuare situazioni e comportamenti potenzialmente pericolosi, come comunicare con le forze dell’ordine e cosa fare per evitare di violare la privacy dei vicini. I responsabili, inoltre, hanno fornito una serie di suggerimenti per rendere più sicuri i due stabili e rendere più difficile la vita ai topi di appartamento.

Nei prossimi mesi in paese potrebbero costituirsi altri due gruppi nella zona di via Santo Stefano: «Il primo – auspica Piemonti – potrebbe fare da apripista, potrebbe aiutare a vincere la diffidenza e l’indifferenza che spesso scoraggiano queste iniziative. Quando la gente vede i cartelli comincia a interessarsi».

«I segnali – annuncia il vicesindaco Pietro Rossi – dovrebbero arrivare nei prossimi giorni: ne abbiamo ordinati una decina, sufficienti per i gruppi che dovessero nascere a breve». Il Controllo di vicinato vedanese ha aperto anche una pagina Facebook.


© RIPRODUZIONE RISERVATA