Vaccini, il Coordinamento Diritto alla Salute in difesa del centro al PalaDesio
vaccini al palabancodesio

Vaccini, il Coordinamento Diritto alla Salute in difesa del centro al PalaDesio

Il Coordinamento Diritto alla Salute Monza e Brianza difende l’operato del centro vaccinale al PalaDesio e chiedere che non venga chiuso dalla Regione ma potenziato.

Regione Lombardia nei giorni scorsi ha comunicato le linee per la campagna vaccinale di massa con la decisione di puntare su sei hub in tutta la Brianza, il Coordinamento Diritto alla Salute Monza e Brianza ha preso carta e penna per difendere l’operato del centro vaccinale al PalaDesio e chiedere che non venga chiuso ma potenziato.

vaccini al palabancodesio

vaccini al palabancodesio

”Le vaccinazioni effettuate a Desio fino ai primi giorni di aprile sono state oltre 10 mila, 600 al giorno ma con un potenziale maggiore se ci fossero stati più vaccini disponibili - si legge - Il PalaDesio è una grande struttura pubblica, con un grande parcheggio e senza barriere architettoniche, facilmente raggiungibile soprattutto, ma non solo, per gli anziani del circondario.Regione Lombardia sceglie discoteche private, come la Polaris Studio di Carate per le vaccinazioni,cioè strutture private al posto di quelle pubbliche e vuole favorire la concentrazione in pochi e circoscritti hub anziché favorire più centri vaccinali sul territorio brianzolo che sarebbero la risposta più efficace ed efficiente per le vaccinazioni”.

Per questi motivo il Coordinamento conclude: “Facciamo nostro l’appello dei numerosi Sindaci che chiedono un ripensamento da parte di Regione Lombardia su questa scelta scellerata e che denunciano la mancanza di un rapporto costante e strutturato con tutti i sindaci del territorio nella gestione del piano vaccinale anti Covid: i centri vaccinali di prossimità sono la soluzione giusta e non la concentrazione in pochi hub come vuole Bertolaso”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA