Vaccinazioni, la conferma di Verano Brianza: «Speriamo vengano accolte istanze per altri centri di prossimità»
verano: centro vaccinale

Vaccinazioni, la conferma di Verano Brianza: «Speriamo vengano accolte istanze per altri centri di prossimità»

Soddisfazione e sollievo per il sindaco Massimiliano Chiolo, lieto dell’inserimento del centro vaccinale di Verano Brianza tra gli “hub” pensati da Regione Lombardia per la fase massiva della campagna.

Soddisfazione e sollievo per il sindaco Massimiliano Chiolo, lieto dell’inserimento del centro vaccinale di Verano Brianza tra gli “hub” pensati da Regione Lombardia per la fase massiva della campagna vaccinale. Il centro aperto l’8 marzo al centro sportivo, e gestito dal Policlinico di Monza, era stato inizialmente depennato dal novero ed era dunque destinato alla chiusura.

«La buona notizia è che la Regione ha accolto il nostro appello a tenere aperto il centro vaccinale di Verano, che quindi è stato classificato come “hub”. Cioè centro importante come quello di Carate (Polaris) o di Besana o di Meda - ha detto Chiolo in un videomessaggio alla cittadinanza - Dispiace che non abbia accolto ancora l’istanza di altri sindaci che hanno pronti altri centri di prossimità però speriamo che anche questo possa realizzarsi».

L’amministrazione veranese si era molto spesa per assicurare il mantenimento del centro, fino al punto di indirizzare una lettera - firmata da Chiolo - a Letizia Moratti e a Guido Bertolaso, e un’altra al generale Francesco Paolo Figliuolo.

La classificazione di Verano come “hub” «ci compensa di tante preoccupazioni che abbiamo avuto - ha proseguito il sindaco -. Siamo stati accusati di far polemica, però in realtà io mi sono limitato a fare il mio dovere di sindaco, che è quello di difendere un servizio non solo per la nostra cittadinanza, ma anche per tutti coloro che ne hanno avuto bisogno e ne avranno ancora. Quindi guardiamo avanti e facciamo in modo che funzioni sempre meglio il centro vaccinale di Verano. Ringrazio tutti i volontari che continuano a garantire la loro collaborazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA