Usmate Velate, 850mila euro per il Piano per il diritto allo studio
Usmate nuovi giochi scuola materna Rodari (Foto by Michele Boni)

Usmate Velate, 850mila euro per il Piano per il diritto allo studio

Via libera del consiglio comunale, il documento tocca da vicino l’intera popolazione scolastica del territorio, composta da 919 studenti suddivisi nei plessi Rodari (121), Casati (251), Renzi (219) e Luini (328).

Quasi 800mila euro investiti nella scuola, “per accompagnare i più giovani cittadini verso il futuro”, con azioni mirate in tutti i plessi di ogni ordine e grado per supportare l’istruzione quale elemento fondante della crescita di ragazze e ragazzi, bambine e bambini.

Il consiglio comunale di Usmate Velate ha approvato il Piano per il Diritto allo Studio per l’annualità 2021/2022 presentato dal sindaco Lisa Mandelli e dal consigliere con delega alla Pubblica Istruzione Luisa Mazzuconi. Un documento che tocca da vicino l’intera popolazione scolastica del territorio, composta da 919 studenti suddivisi nei plessi Rodari (121), Casati (251), Renzi (219) e Luini (328).

In continuità col piano già approvato lo scorso anno, anche il documento attuale tiene conto dell’emergenza Covid-19 ma mantiene uno sguardo orientato al futuro: «Calibriamo il diritto alla salute con quello all’istruzione – sottolineano il sindaco Mandelli e il consigliere Mazzuconi – per garantire a tutti i nostri studenti una scuola che sia di qualità, sotto tutti i punti di vista. Per far questo, il Comune mira ad una sinergia sempre più stretta con l’Istituto comprensivo per sostenere il percorso formativo di tutti gli alunni».

Le priorità inserite nel nuovo Piano – e le azioni in continuità con gli anni passati – sono il frutto di una proficua interlocuzione che il Comune ha avuto nelle scorse settimane con il nuovo dirigente scolastico di Usmate Velate. Da qui la scelta di mantenere in atto tutte le politiche a contrasto della pandemia da Covid-19, fra cui quelle relative a mensa, trasporti e pre-post scuola. Tutti questi servizi saranno mantenuti anche nel 2021/2022 senza alcun aggravio per le famiglie. In particolare, il piano prevede una copertura di spesa aggiuntiva di 85mila euro per il servizio mensa derivante dal personale operante per la sanificazione e dai doppi turni nei locali mensa e 15mila euro in più per la sanificazione e sorveglianza sullo scuolabus della scuola secondaria per garantire il rispetto delle distanze.

Un altro capitolo importante è quello relativo alle convenzioni con le scuole paritarie: «Prosegue l’interlocuzione che permette a tutti i plessi di operare in tranquillità e serenità. Questi Enti sono di fondamentale importanza per la nostra comunità». Sono confermate anche le borse di studio, mentre una novità è relativa al sostegno dello sportello psicopedagogico di ascolto, attivato presso la scuola secondaria Luini, che vuole fronteggiare il disagio educativo con finalità preventiva e a disposizione di docenti, famiglie e studenti. Il Comune prosegue poi il proprio impegno nell’inclusione degli alunni in difficoltà, confermando il conferimento a Offertasociale degli aspetti legati al servizio di assistenza educativa scolastica degli alunni che presentano disabilità e con un apposito spazio educativo presso la scuola primaria Casati.

Complessivamente, l’assistenza educativa per gli alunni disabili è garantita con un investimento di 185.000 euro necessari per coprire 241 ore settimanali. La scuola Luini sarà inoltre ancora coinvolta nella prosecuzione del progetto ambientale volto alla riqualificazione della parte coperta del sottopasso di via Cavour, in continuità con il lavoro già completato dagli alunni della Casati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA