Una centrale dello spaccio a Lissone: sequestrato oltre un chilo di droga
La droga nel capannone di Lissone

Una centrale dello spaccio a Lissone: sequestrato oltre un chilo di droga

Arrestati un 28enne e un 32enne pizzicati dai carabinieri, grazie alla segnalazione di un residente, a sezionare un blocco di un chilo di cocaina . Trovati e sequestrati anche quasi 400 grammi di altro stupefacente tra eroina e hashish.

Delle torce in movimento attorno a un capannone hanno insospettito un lissonese che ha chiamato il 112, pensando ci fosse un furto in corso. Invece ha permesso di scoprire una centrale di smistamento della cocaina. Sono scattati due arresti con il sequestro di un chilo di “coca” e quasi 400 grammi tra eroina e hashish.

La chiamata ai carabinieri è avvenuta attorno alle 19.30 di domenica scorsa: un residente dal suo appartamento a un piano alto dice di vedere in un’area industriale adiacente, delle torce in movimento che entrano ed escono furtivamente da un capannone. L’orario e il giorno festivo l’hanno insospettito. Sul posto giungono in pochi minuti pattuglie della Sezione Radiomobile della Compagnia di Desio con l’ausilio dei militari della Stazione di Lissone.

Un carabiniere nel capannone a Lissone

Un carabiniere nel capannone a Lissone

Una volta cinturata l’area e individuato l’edificio interessato, i militari trovano accovacciati in un angolo buio del capannone, in stato di abbandono, un 28enne e un 32enne, di cui uno domiciliato a Lissone, in un’abitazione vicina al punto di stoccaggio, intenti a tagliare e pesare cocaina.

Da una mattonella da un chilogrammo esatto, tipico formato utilizzato per le spedizioni dal Sudamerica all’Europa, era in corso il frazionamento in blocchi da 150 grammi probabilmente destinati a più batterie di spacciatori per la vendita al dettaglio in Brianza. Trovati e sequestrati anche quasi 400 grammi tra eroina e hashish. I due si trovano ora ristretti presso il carcere di Monza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA