Un anno di Covid-19 a Monza e Brianza: 54.745 contagiati, 1.985 vittime ufficiali
La terapia intensiva del San Gerardo di Monza (Foto by Martina Santimone per Areu)

Un anno di Covid-19 a Monza e Brianza: 54.745 contagiati, 1.985 vittime ufficiali

È trascorso ormai un anno dallo scoppio dell’epidemia di Covid -19 in Italia a partire da Codogno: era il 20 febbraio 2020. A distanza di dodici mesi i contagi a Monza e Brianza stanno per arrivare a 55mila, le vittime sono 1.985.

La fonte è l’Istituto superiore di sanità, la data 21 febbraio, un giorno il primo contagio verificato, il 20 febbraio: “È stato confermato il primo caso risultato positivo all’ospedale di Codogno. Per la prima volta anche in italia si sono verificati casi di trasmissione locale di infezione da nuovo coronavirus. La regione Lombardia in stretta collaborazione con Iss e ministero della salute ha avviato le indagini sui contatti dei pazienti al fine di prendere le necessarie misure di prevenzione”.

LEGGI la prima conferenza stampa in Regione

Niente sarebbe stato più come prima - e la normalità, inclusa la “nuova normalità”, sembra ancora lontana a distanza di dodici mesi dallo scoppio dell’epidemia in territorio italiano, la nazionale tra le più colpite dal Sars Cov 2.

A distanza di un anno sono due i numeri che raccontano cosa è accaduto nei Comuni di Monza e Brianza: 54.745, che è il numero ufficiale di persone che sono state contagiate dal coronavirus da quel giorno; e 1.985, il numero dei morti brianzoli, una cifra probabilmente sottostimata rispetto alla realtà, soprattutto nelle incertezze della prima ondata. I Comuni più colpiti sono ovviamente quelli più popolosi, con qualche correttivo: dal primo al decimo i contagi hanno colpito soprattutto Monza, Lissone, Seregno e poi Desio, Limbiate, Cesano Maderno e quindi Brugherio, Giussano, Nova Milanese, Seveso.

Se invece si osserva il numero dei contagi rispetto alla popolazione dei singoli Comuni, allora il più colpito è Limbiate, quindi Nova, Cogliate, Ornago, Lazzate, Misinto, Ceriano Laghetto e quindi Giussano, poi Desio e Seveso.

Se nella prima ondata, nella primavera 2020, la Brianza aveva avuto un basso tasso di contagi rispetto alla popolazione, dopo l’estate qualcosa è cambiato: oggi la quota di persone che sono state infettate è il 6,26%, la terza area dopo Como e Varese.

La prima vittima ufficiale di Covid-19 a Monza e Brianza è stata una donna di Cavenago Brianza, di 83 anni: era la notte tra il 6 e il 7 marzo e ne aveva dato notizia direttamente il sindaco Davide Fumagalli.

LEGGI la prima vittima Covid-19 in Brianza


© RIPRODUZIONE RISERVATA