Un alpinista di Seregno vaga per due giorni nudo sulla Grignetta, tratto in salvo dal Soccorso alpino
Il soccorso alpino in azione

Un alpinista di Seregno vaga per due giorni nudo sulla Grignetta, tratto in salvo dal Soccorso alpino

Un uomo di 34 anni di Seregno è stato soccorso giovedì 19 settembre dopo essere stato notato girovagare completamente nudo sotto la cresta del Cermenati in Grignetta. L’intervento è stato tutt’altro che facile: l’uomo, nonostante fosse denutrito e disidradato, non ne voleva sapere di scendere.

Per due giorni un 34enne di Seregno ha deciso di girovagare nudo per la Grignetta, nel Lecchese, finché, con grande fatica, è stato soccorso e convinto a scendere ai Piani Resinelli dagli uomini del Soccorso alpino della XIX Delegazione delle Grigne. E’ successo giovedì 20 settembre nel pomeriggio sotto la cresta del Cermenati in Grignetta. Intercettato e messo in salvo, l’uomo, disidratato e denutrito, è stato rifocillato ma ha rifiutato il ricovero per accertamenti all’ospedale Manzoni di Lecco.

L’allarme è scattato attorno alle 17 quando il 34enne è stato notato da altri alpinisti che hanno contattato la centrale operativa del 118. Sul posto è stato fatto intervenire l’elisoccorso ma l’uomo, alla vista dell’elicottero, si è immediatamente dileguato e poi fermato da altri alpinisti in attesa dell’arrivo di una squadra del Soccorso alpino con un medico. Tuttavia, il 34enne, di scendere a valle volontariamente non aveva nessuna intenzione.

Solo dopo un paio d’ore, una volta che è stato tranquillizzato, il seregnese ha accettato di affidarsi alle cure dei sanitari della Lecco Soccorso deciso poi di rifiutare il trasporto all’ospedale. Della vicenda si sono occupati anche i carabinieri della compagnia di Lecco che hanno effettuato accertamenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA