Treni, un altro guasto al passaggio a livello: Besanino fermo a ridosso della strada
Besanino guasto passaggio a livello - foto diffusa da Alessandro Corbetta

Treni, un altro guasto al passaggio a livello: Besanino fermo a ridosso della strada

Un nuovo guasto a un passaggio a livello sulla linea del Besanino, disagi e una fotografia forte: un treno fermo a ridosso dell’attraversamento di Valle Guidino a Besana in Brianza per far passare le auto non costrette a fermarsi dalla barriera guasta. La nuova denuncia del leghista Alessandro Corbetta.

Un nuovo guasto a un passaggio a livello sulla linea del Besanino, disagi, ritardi e una fotografia forte: un treno fermo a ridosso dell’attraversamento di Valle Guidino a Besana in Brianza per far passare le auto non costrette a fermarsi dalla barriera guasta.

“Una scena da terzo mondo”, l’ha definita il consigliere regionale leghista Alessandro Corbetta tornato a occuparsi lunedì 9 luglio dello stato della linea che collega Lecco a Milano.

“A guardare le immagini dell’ennesimo guasto di un passaggio a livello avvenuto a Besana lungo la linea ferroviaria S7, viene da chiedersi se siamo nel cuore della Brianza o nel terzo mondo. È infatti grave e scandaloso che quasi ogni giorno si verifichino malfunzionamenti dei passaggi a livello senza che Reti Ferroviarie Italiane, l’ente a cui compete la gestione e manutenzione dell’infrastruttura, faccia nulla per risolvere la problematica”, ha commentato.

Per permettere il passaggio del treno a Valle Guidino è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine. Corbetta proprio nei giorni scorsi aveva chiesto ai colleghi consiglieri regionali eletti nelle province di Monza e Lecco di istituire un tavolo di lavoro bipartisan sulla linea S7.

“Giovedì – annuncia Corbetta – ci sarà il primo incontro con gli altri consiglieri regionali del territorio e il comitato pendolari per discutere delle problematiche del Besanino. Partiremo proprio dall’urgenza dettata dai vergognosi guasti al passaggio a livello che causano disservizi ai pendolari e mandano in tilt il traffico su gomma e chiederò ai colleghi azioni forti e decise da portare avanti insieme. Rfi  deve dare risposte immediate perché la pazienza dei pendolari è finita da un pezzo”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA