Treni, sì al progetto  per il raddoppio tra Seveso, Meda e Camnago e l’addio a due passaggi a livello
Passaggio a livello ferrovia di via Manzoni a Seveso

Treni, sì al progetto per il raddoppio tra Seveso, Meda e Camnago e l’addio a due passaggi a livello

È stato approvato dalla Giunta regionale il progetto di fattibilità tecnica ed economica per il raddoppio della tratta Seveso-Meda e Seveso-Camnago oltre che per l’eliminazione di due passaggi a livello.

È stato approvato dalla Giunta regionale il progetto di fattibilità tecnica ed economica per il raddoppio della Seveso-Meda e Seveso-Camnago sulle linee ferroviarie Milano-Seveso-Asso e Milano-Seveso-Camnago, oltre alle opere sostitutive per l’eliminazione di due passaggi a livello a Seveso.

«Si tratta - spiega l’assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi - di un insieme di interventi importanti che favoriranno da un lato la regolarità del servizio ferroviario, eliminando le interferenze rappresentate dai passaggi a livello, e dall’altro miglioreranno la mobilità all’interno dei territori interessati, andando a ricucire cesure e a mettere in sicurezza assi stradali e percorsi ciclopedonali».

L’intervento si colloca fra i Comuni di Seveso, Meda, Barlassina e Lentate sul Seveso (località Camnago) e riguarda un complesso di opere individuate in tre parti “Camnago: potenziamento ferroviario tratta Seveso-Camnago” (Opera 1), “Meda: potenziamento ferroviario tratta Seveso-Meda” (Opera 2), “Seveso: eliminazione dei passaggi a livello di Stazione via Manzoni e via Montello” (Opera 3).

La delibera approva il progetto di fattibilità tecnico-economica per la realizzazione dei raddoppi ferroviarie delle tratte Seveso-Camnago e Seveso-Meda, nonché delle opere sostitutive per l’eliminazione dei passaggi a livello di via Manzoni e via Montello in territorio di Seveso. Un intervento atteso da tempo dai residenti.

«Queste sono opere essenziali per il nostro territorio che vanno a migliorare il servizio ferroviario in una tratta cruciale per la Brianza - commenta il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala - L’eliminazione dei passaggi livello a Seveso consentirà un’ulteriore riduzione del traffico e quindi una maggiore rapidità negli spostamenti dei cittadini nel futuro».

Oltre a rendere più effciente la circolazione ferroviaria, l’opera si pone come obiettivi anche il miglioramento della mobilità all’interno della città di Seveso “con la ricucitura e la messa in sicurezza degli assi stradali, al fine di migliorare l’accessibilità ai comparti insediati; il recupero di spazi di sosta; la ricucitura e messa in sicurezza dei percorsi ciclo-pedonali, al fine di favorire la mobilità dolce”, spiega Regione Lombardia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA