Tre detenuti al lavoro nel parco di Monza grazie a un accordo tra carcere e Consorzio

Tre detenuti al lavoro nel parco di Monza grazie a un accordo tra carcere e Consorzio

Un tirocinio nel parco per tre detenuti della casa circondariale di Monza. Si tratta di un nuovo progetto di collaborazione tra gli operatori di via Sanquirico e il Consorzio di Villa e parco. Si occuperanno di piccoli interventi di manutenzione del verde, dal taglio erba alla sistemazione dei vialetti.

Un tirocinio nel parco per tre detenuti della casa circondariale di Monza. Si tratta di un nuovo progetto di collaborazione tra gli operatori di via Sanquirico e il Consorzio di Villa e parco: al termine di un percorso penitenziario intramurario, tre detenuti sono stati avviati all’attività̀ lavorativa esterna. L’obiettivo è garantire l’acquisizione di una specifica professionalità̀, spendibile nel processo di reinserimento sociale.
Il tirocinio è iniziato alla fine di gennaio e continuerà fino al 25 aprile. Per il primo mese prevede un impegno part-time, poi diventerà a tempo pieno.

«La collaborazione con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza è stata fondamentale: i comuni intenti hanno reso possibile un progetto di valore sociale. Grazie alla sensibilità e alla disponibilità della direzione del Consorzio è stato possibile cementare ancor di più l’integrazione con il territorio e far conoscere le iniziative dell’Istituto. L’auspicio è che possano essere intraprese altre forme di utile collaborazione reciproca», ha dichiarato Maria Pitaniello, direttore della Casa Circondariale di Monza.

La convenzione è stata stipulata tra il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e Manpower Srl e ha permesso l’attivazione di un tirocinio extracurricolare relativo a soggetti svantaggiati come previsto dalla legge.

Durante i tre mesi, i tirocinanti saranno affiancati da un tutor e si occuperanno di piccoli interventi di manutenzione del verde, taglio erba, raccolta foglie e ramaglie, sistemazione vialetti. Sotto la guida di un esperto impareranno le tecniche di sistemazione dell’arredo urbano e di potatura, l’utilizzo di attrezzature agricole e degli strumenti di protezione.

L’integrazione tra formazione professionale e lavoro è finalizzata al raggiungimento dell’autonomia, alla responsabilizzazione al lavoro, all’acquisizione di competenze tecniche.

L’attività verrà costantemente tenuta sotto controllo tramite colloqui e la compilazione di una scheda di monitoraggio del tirocinio. Prima di una valutazione e un colloquio conclusivo.

«Si tratta di un esempio virtuoso di collaborazione tra il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e Casa Circondariale di Monza. Nel corso di questi tre mesi, i tirocinanti non solo avranno l’opportunità di apprendere un mestiere, ma affiancando i nostri operai, daranno una mano all’intera squadra», ha dichiarato Lorenzo Lamperti, direttore generale del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA