Traffico illecito di rifiuti: nelle carte l’ex Snia di Varedo e  gli appuntamenti a Monza - VIDEO
I rifiuti stoccati abusivamente nell'ex Snia di Varedo

Traffico illecito di rifiuti: nelle carte l’ex Snia di Varedo e gli appuntamenti a Monza - VIDEO

VIDEO - Venivano abbandonati anche all’ex Snia di Varedo i “rifiuti speciali non pericolosi” al centro di un traffico illecito da sud Italia, mentre alle porte di Monza c’era una ulteriore discarica individuata dalle indagini. Arrestate altre undici persone dai Carabinieri forestali.

Almeno 4000 tonnellate di “rifiuti speciali non pericolosi”, trasportati e abbandonati all’ex Snia di Varedo. È uno degli aspetti dell’inchiesta condotta dall’autorità giudiziaria di Milano nei confronti di undici persone, tutte operanti nel settore dei rifiuti, e connesse allo stesso giro illecito che emerse dopo il rogo della discarica di Corteolona (Pavia), arrestate dai Carabinieri forestali.

Nelle carte dell’inchiesta emergono anche appuntamenti a Monza per firmare il contratto finalizzato ad avviare il sito (senza autorizzazioni) di Varedo, e, tra le altre, anche una ulteriore discarica a Cinisello Balsamo, in via Casignolo, alle porte del capoluogo brianzolo.

Traffico illecito di rifiuti: l'inchiesta

Traffico illecito di rifiuti: l'inchiesta

Le indagini sono state dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, prosecuzione dell’Operazione “Fire Starter” che nell’ottobre del 2018 aveva portato all’arresto di sei persone. I responsabili del traffico di rifiuti e del rogo attraverso una struttura composta da impianti autorizzati e complici, trasportatori compiacenti, società fittizie intestate a prestanome e documentazione falsa, gestivano un ingente traffico di rifiuti urbani ed industriali provenienti da impianti campani e finivano in capannoni abbandonati del Nord Italia o interrati in Calabria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA