Tassista travolto sulla Milano-Meda: arrestato il  pirata, c’è il video del primo incidente - VIDEO
CESANO INCIDENTE MORTALE IN SUPERSTRADA (Foto by Attilio Pozzi)

Tassista travolto sulla Milano-Meda: arrestato il pirata, c’è il video del primo incidente - VIDEO

VIDEO - In arresto il giovane ritenuto responsabile di aver provocato l’incidente sulla Milano-Meda in seguito al quale era morto il tassista Eugenio Fumagalli, che si era fermato a prestare soccorso.

In arresto il giovane ritenuto responsabile di aver provocato l’incidente sulla Milano-Meda in cui era morto il tassista che si era fermato a prestare soccorso. Il ragazzo, 26 anni di Lazzate, è accusato di fuga e omissione di soccorso.

L’incidente era avvenuto sulla carreggiata nord della provinciale, all’altezza di Cesano Maderno, alle 3.30 tra sabato e domenica. Tutto aveva avuto origine da un tamponamento ai danni di una Fiat 600 con a bordo due fidanzati di Limbiate e Meda, lasciati in mezzo alla carreggiata. Eugenio Fumagalli, che stava rincasando a Carugo dopo aver terminato il turno di lavoro, si era fermato per aiutare i ragazzi ma fatale era stato l’arrivo di altre due auto che avevano colpito la Fiat, investendolo e uccidendolo sul colpo.
Le indagini della Stradale di Milano e Seregno avevano permesso di risalire in poche ore al responsabile del primo incidente: il ragazzo era stato denunciato e si trovava agli arresti domiciliari.

Il 26enne, a sei ore dall’incidente, era risultato positivo all’alcol test con un tasso alcolemico compreso tra lo 0,50 e lo 0,52 grammi (il limite è 50) e aveva dichiarato di non essersi costituito “per il grande spavento”, avendo bevuto nella notte.

Nei giorni scorsi, il pm Alessandro Pepè, all’udienza di convalida dell’arresto del 26enne, che in passato ha già avuto due ritiri di patente e che aveva riottenuto la licenza di guida solo da pochi mesi, aveva chiesto per l’automobilista il carcere, contestando anche l’omicidio stradale. Il giudice delle indagini preliminari Pierangela Renda non aveva accolto l’istanza. La misura dei domiciliari è stata, poi, convalidata dal Gip Monza per la sola ipotesi della fuga.

Nel fascicolo aperto a palazzo di giustizia, come indagati a piede libero per concorso in omicidio stradale compaiono anche gli altri due automobilisti coinvolti nella tragedia. Quelli piombati sulla scena, nel momento successivo al primo evento, cioè il tamponamento con fuga del lazzatese. Secondo quanto appreso i due erano risultati negativi all’alcoltest .

I funerali di Fumagalli sono stati celebrati sabato ad Albiate.

IL VIDEO DEL TAMPONAMENTO E DELLA FUGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA