Seregno, via Garibaldi al sicuro con ponteggi speciali sull’edificio pericolante: ma i commercianti chiedono tutele
Seregno: via Garibaldi dopo aver montato il ponteggio (Foto by Paolo Volonterio)

Seregno, via Garibaldi al sicuro con ponteggi speciali sull’edificio pericolante: ma i commercianti chiedono tutele

Scongiurato il pericolo di crollo dell’edificio fatiscente e pericolante di piazza Caprera angolo via Garibaldi a Seregno: è stato protetto da speciali ponteggi. La preoccupazione dei commercianti del centro.

L’edificio fatiscente e pericolante di piazza Caprera angolo via Garibaldi a Seregno è stato protetto da speciali ponteggi. Per ora imminenti pericoli di crollo, specie dalla parente che si affaccia su via Garibaldi non ce ne sono. E proprio sul tratto “spanciato”, che appare in parte rientrato, sono stati posizionate delle apposite strutture in ferro. Rispetto alle prime due settimane di grande emergenza, il tratto centrale di via Garibaldi che era stato completamente bloccato è stato parzialmente aperto tanto da permettere il transito dei pedoni.

LEGGI Seregno: edificio pericolante in centro, via Garibaldi chiusa per sicurezza

La situazione resta egualmente pesante per i commercianti che si dicono preoccupati perché non intravedono una soluzione in tempi brevi.

«Capiamo la proprietà dell’immobile e i tecnici che sono al lavoro - dice un gruppo di commercianti - ma anche noi dobbiamo tutelare i nostri interessi specie in questo periodo dell’anno. Ci dicono che c’è molta rigidità nell’applicazione delle norme edilizie comunali, però, anche l’amministrazione comunale deve in qualche modo tutelarci nel nostro lavoro, altrimenti finisce che chiudiamo tutti. Noi per questo periodo particolare dell’anno abbiamo investito acquistando della merce che deve trovare acquirenti, e per poter ricevere i clienti la via deve essere il più possibile percorribile. Basta con le limitazioni».

Il legale della proprietà, l’immobiliare GBT di Carate Brianza, ha spiegato che «al lavoro c’è un gruppo di ingegneri strutturisti che stanno studiando ogni particolare per capire dove e come intervenire. I lavori di messa in sicurezza che si sono conclusi martedì sono stati affidati all’impresa Giulio Moretto di Desio e alla Creal point di Muggiò, che ha lavorato anche al terremoto de L’Aquila. Credo che nei primi giorni della prossima settimana saremo in grado di fornire maggiori certezze, sui tempi e sui modi con cui intervenire».

Poi ha proseguito: «Da parte nostra stiamo correndo il più possibile per accelerare i tempi, credo che ci si debba riconoscere che stiamo facendo tanto e forse oltre il dovuto anche per venire incontro alle esigenze dei commercianti di questa arteria centrale conosciuta come la via dei negozi»


© RIPRODUZIONE RISERVATA