Seregno: va a sbattere sul mezzo di Gelsia e se ne va, ma lascia la targa sul posto
L’incidente di Seregno

Seregno: va a sbattere sul mezzo di Gelsia e se ne va, ma lascia la targa sul posto

Dovrà rispondere di omissione di soccorso il conducente dell’auto che all’alba di domenica 17 ottobre è andato a sbattere contro un mezzo della nettezza urbana di Gelsia: sul posto ha lasciato il paraurti con la targa.

Va a sbattere contro il furgoncino di Gelsia e scappa. Ma si dimentica il paraurti con la targa. Dovrà rispondere di omissione di soccorso il conducente dell’auto che all’alba di domenica 17 ottobre è andato a sbattere contro un mezzo della pulizia urbana a Seregno. L’incidente si è verificato intorno alle 6.20 del mattino, quando il guidatore al volante di un’utilitaria ha perso il controllo dell’auto sbattendo contro il Piaggio Porter di Gelsia in piazza Roma.

A bordo del furgone un 59enne sposato dipendente di Gelsia, che è poi stato trasportato all’ospedale di Desio per accertamenti, in codice verde: ha riportato solo contusioni a un braccio giudicate guaribili in cinque giorni.

Poca cosa rispetto a quanto rischia il conducente dell’auto che sarà denunciato per omissione di soccorso, avendo abbandonato il luogo dell’incidente: sul posto ha però lasciato un pezzo dell’auto che include la targa, quindi le indagini si risolveranno piuttosto rapidamente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA