Seregno: sindaco e forze dell’ordine a Sant’Ambrogio dopo i vandalismi di capodanno
Seregno - Il Cristo del Crocione imbrattato, rimosso dai confratelli di Sant’Ambrogio per essere ripulito (Foto by Paolo Colzani)

Seregno: sindaco e forze dell’ordine a Sant’Ambrogio dopo i vandalismi di capodanno

Sindaco, assessore e forze dell’ordine in via Solferino a Seregno dopo i gravi eventi della notte di capodanno, tra auto bruciate e un cristo imbrattato: «Segnali brutti di un’emergenza culturale ed educativa da colmare».

Un raggio di cinquanta metri in cui nella notte di capodanno a Seregno la festa è degenerata in gravi vandalismi. Mercoledì anche il sindaco Alberto Rossi è voluto andare nell’area di via Solferino dove il bilancio finale è stato di tre veicoli date alle fiamme, la pensilina della fermata dell’autobus distrutta, il cristo del crocifisso del Crocione imbrattato di blu.

LEGGI Capodanno, incendi in Brianza: a Seregno a fuoco due auto e un furgone, a Cesano un parco giochi - FOTO

Gli incendi sono scoppiati intorno all’una di notte e sono stati risolti dai vigili del fuoco di Seregno e Carate Brianza. La statua del cristo invece è stata prontamente rimossa dai confratelli di Sant’Ambrogio che ora la faranno pulire. Le indagini sono in corso per risalire ai responsabili degli atti.

Seregno - Le operazioni di rimozione del Cristo

Seregno - Le operazioni di rimozione del Cristo
(Foto by Paolo Colzani)

Il sindaco si è presentato ai residenti della zona con il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Seregno, il maggiore Amorosi, il commissario della Polizia locale Allegro e l’assessore alla Sicurezza William Viganò: «Abbiamo voluto dire agli abitanti di Sant’Ambrogio che non sono soli – ha scritto in un commento - abbiamo effettuato questo pomeriggio un sopralluogo di un’oretta in Via Solferino (…) Sono segnali davvero brutti. Segnali - come minimo - di un’emergenza culturale ed educativa da colmare, relative alla maniera di vivere civilmente insieme agli altri, in certi contesti incancrenita da anni. Allo stesso modo, voglio cogliere però segnali di speranza (…) Il primo giorno del 2020 ha portato con sé un gesto di resistenza. Il grande Crocifisso è stato rimosso dai Confratelli della parrocchia Sant’Ambrogio, che lo laveranno e rimetteranno al suo posto. Questo è il buono che scelgo di cogliere, il buono di chi, davanti a gesti che un po’ turbano la serenità del quotidiano, la mattina dopo è pronto a rialzarsi e combattere raccogliendo i pezzi e rimettendoli insieme, reagendo con decisione al degrado, alla violenza e alla volgarità di quanto accaduto».

Seregno incendio via Solferino 1 gennaio 2020

Seregno incendio via Solferino 1 gennaio 2020
(Foto by Edoardo Terraneo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA