Seregno ritrova il suo parco in centro, lo attendeva da tre anni e mezzo
Una fase dell'esibizione del musical Sette spose per sette fratelli in occasione della riapertura del parco 25 aprile (foto Volonterio)

Seregno ritrova il suo parco in centro, lo attendeva da tre anni e mezzo

Era stato chiuso nel 2015 formalmente per agevolare un cantiere adiacente. Ora è stato riconsegnato alle famiglie. Il Comune ha eseguito interventi di manutenzione straordinaria degli alberi

Seregno ritrova il suo parco del centro città. E’ stato aperto, domenica 24 pomeriggio, poco prima delle 16, il centrale parco 25 aprile. Una riapertura attesa da tre anni e mezzo. A dare il benvenuto ad un folto pubblico composto da famiglie e tanti bambini, il sindaco Alberto Rossi, che nel suo breve discorso di saluto s’è detto contento di riconsegnare alla città: “questo polmone verde che è sempre stato meta di relax per tante persone soprattutto nel periodo estivo.

Una struttura che troverà ulteriori migliorie nel corso delle prossime settimane con la posa di giochi per bambini, la semina dei prati e dei fiori e altre novità allo studio. L’importante è stato riaprirlo che era una delle mie priorità quando sono stato eletto alla carica di prima cittadino nove mesi fa. Sono contento di vedere oggi tante famiglie a riprendersi gli spazi di questo parco con la speranza che tutti lo rispettino. E per questo abbiamo fatto un accordo con le Guardie ecologiche volontarie affinchè ci sia maggior sicurezza”. E’ seguito un momento di spettacolo con la compagnia teatrale Cartanima che nell’anfiteatro più grande hanno proposto un medley di brani del musical “ Sette spose per sette fratelli”. Ai bambini è stata offerta una merenda offerta dall’attigua pasticceria A’ida”

Il Parco XXV Aprile era stato chiuso il 5 ottobre 2015, formalmente per agevolare i lavori di un adiacente cantiere privato. Per rendere possibile l’apertura del parco, il comune di Seregno ha affidato interventi di manutenzione straordinaria delle alberature. Interventi che sono costati 27.780,30 più iva. La ditta che ha svolto i lavori è la Cogecarp di Salerno. Le attività hanno interessato interventi di potatura e rimonda del secco delle alberature.


© RIPRODUZIONE RISERVATA