Seregno, ordinanza vieta il consumo e vendita alcolici dopo la rissa in piazza Vittorio Veneto
La piazza Vittorio Veneto (Foto by Paolo Colzani)

Seregno, ordinanza vieta il consumo e vendita alcolici dopo la rissa in piazza Vittorio Veneto

Il caso della rissa in piazza Vittorio Veneto a Seregno è stato discusso in consiglio comunale: il sindaco ha annunciato una ordinanza per vietare il consumo di alcolici nel weekend, la vendita da asporto e un servizio di pulizia straordinario.

La rissa di sabato scorso in piazza Vittorio Veneto è stata oggetto di un dibattito giovedì 4 marzo, in apertura della seduta del consiglio comunale di Seregno. In questo contesto, il sindaco Alberto Rossi ha informato l’aula, riunitasi ancora una volta con una modalità a distanza, di aver firmato nella stessa giornata un’ordinanza che vieta da subito il sabato e la domenica, tra le 15 e le 18, il consumo di bevande alcoliche in piazza Vittorio Veneto, nonché la vendita da asporto delle stesse bevande da parte degli esercizi del centro a partire dalle 17. Questo nell’ottica di tenere il più possibile sotto controllo la situazione.

«Sappiamo - ha spiegato il primo cittadino, sostenuto da una coalizione di centrosinistra - di chiedere un ulteriore sacrificio ai bar, già in sofferenza per le restrizioni dell’ultimo anno, ma crediamo che questo possa rappresentare una possibilità in più per gli agenti di pubblica sicurezza in servizio».

La novità ha incontrato la contrarietà di Edoardo Trezzi, capogruppo della Lega, secondo il quale «i ragazzi che imperversano arrivano già riforniti di alcol in centro, dopo aver fatto acquisti nei supermercati. Le piazze sono piene di bottiglie di vetro per questo e le bottiglie di vetro non sono acquistate nei bar. Si tratta di una cattiveria verso chi lavora, che evidenzia un’incapacità gestionale della situazione».

Su questo aspetto, il comandante della Polizia locale Maurizio Zorzetto ha precisato poi che «l’obiettivo non è quello di colpire gli esercenti del centro e del corso Matteotti, che rientra nel provvedimento, bensì evitare che la sofferenza dei bar sia vanificata dalla possibilità concessa a supermercati e minimarket di vendere alcolici. Così facendo, tra l’altro, le bottiglie di vetro rimangono sul territorio e costituiscono un pericolo evidente in circostanze come quella di sabato scorso».

Per quanto riguarda i bar, il sindaco ha inoltre chiarito che, con i nuovi bandi a sostegno delle attività economiche che l’amministrazione ha in programma di pubblicare, potranno essere previsti adeguati ristori. Sempre Rossi ha infine annunciato che, da sabato 6 marzo, in accordo con Gelsia Ambiente sarà effettuata una pulizia supplementare delle strade del centro ogni sabato, nel tardo pomeriggio, e saranno posizionati ulteriori cestini portarifiuti in via sperimentale, nella speranza di riuscire a garantire un maggior decoro al contesto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA