Seregno, ha una pistola giocattolo nel sottopasso della stazione: decine di telefonate ai carabinieri
Il sottopasso della stazione ferroviaria di Seregno

Seregno, ha una pistola giocattolo nel sottopasso della stazione: decine di telefonate ai carabinieri

Mercoledì 2 gennaio, verso le 8, al 112 sono piovute decine di telefonate che denunciavano la presenza di uomo armato di pistola a passeggio nel sottopasso pedonale della stazione di Seregno. Era un cinquantenne italiano con una pistola giocattolo.

Mattinata movimentata alla stazione ferroviaria. Mercoledì 2 gennaio, verso le 8, al 112 sono piovute decine di telefonate che denunciavano la presenza di uomo armato di pistola a passeggio nel sottopasso pedonale. Pronto l’intervento dei carabinieri della compagnia di Seregno. L’esito del sopralluogo è stato inizialmente negativo, ma poi in prossimità dei binari i militari in pattuglia hanno incrociato un cinquantenne. Italiano, senza fissa dimora, come segnalato dai diversi viaggiatori aveva con sé una pistola, risultata poi una semplice scacciacani insomma una pistola giocattolo.

Aveva ancora il tappo rosso all’estremità della canna. Davanti agli uomini dell’Arma il fermato non ha opposto alcuna resistenza, anzi candidamente si è giustificato dicendo di detenere l’arma soltanto ai fini di difesa personale e non voleva certo spaventare i passanti. Condotto in caserma nella vicina piazza Prealpi, a suo carico sono risultati piccoli precedenti per reati contro il patrimonio. La pistola è stata posta sotto sequestro e nei suoi confronti è scattata una denuncia per procurato allarme.


© RIPRODUZIONE RISERVATA