Seregno, ecco i magnifici sei del concorso Pozzoli: un concerto di 50 minuti per essere ammessi all’ultima prova
I concerti a lume di candela che si sono svolti sabato sera in piazza Italia e Segni (foto Volonterio)

Seregno, ecco i magnifici sei del concorso Pozzoli: un concerto di 50 minuti per essere ammessi all’ultima prova

Gli ammessi sono Vsevolod Brigida (Russia) Wonseok Choi ( Corea del Sud) Leo De Maria (Spagna) Diego Petrella ( Italia) Takeshi Shimozato (Giappone) Takezawa Yuto (Giappone)

Alla terza prova del 32mo concorso internazionale pianistico Ettore Pozzoli, in corso di svolgimento a Seregno, sono stati ammessi sei concorrenti che nella giornata odierna sul palcoscenico de L’Auditorium di piazza Risorgimento, di fronte alla giuria presentano un concerto di 50 minuti, per sperare di essere ammessi alla quarta ed ultima prova, quella con l’orchestra della Verdi di Milano diretta dal maestro Andrea Oddone, che porterà alla proclamazione dei vincitori, martedì 5 ottobre, al teatro San Rocco.

Gli ammessi sono Vsevolod Brigida (Russia) che esegue musiche di Schuman: Carnaval e Prokofief: sonata n. 7; Wonseok Choi ( Corea del Sud) con Schuman: fantasia e Vine: sonata n. 1;, Leo De Maria (Spagna) con Mozart: sonata kv 282 e Prokofief: sonata n. 8; Diego Petrella ( Italia) con Schuman. Sonata n. 1, Skrjabin: duex poèmes op. 32 e sonata n. 4; Takeshi Shimozato (Giappone) con Schumann: kreisieriana, Skrjabin: poèmes op. 32, Balakirev: Islamey; Takezawa Yuto (Giappone): Schumann: Naachtstucke op.23, Brahms: klavierstucke op.76.

Sabato sera, nelle piazze centrali Segni e Italia, sino alle 21, si sono svolti concerti pianistici “ a lume di candela”, accompagnati dalle ballerine di danza classica, con la scenografia dell’opera artistica eseguita dagli studenti del liceo Modigliani di Giussano. Un evento di supporto all’importante manifestazione musicale, organizzato da “Vivi Seregno”, rete d’impresa di negozi e qualità. Per l’occasione, i negozi del centro di Seregno sono rimasti aperti sino alla fine dell’evento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA