Seregno e Italsilva in lutto, è morto l’imprenditore Roberto Silva
Roberto Silva

Seregno e Italsilva in lutto, è morto l’imprenditore Roberto Silva

Seregno è sotto shock per la morte di Roberto Silva capo, imprenditore che gestiva l’azienda di famiglia, la ItalSilva-Gruppo Desa di Seregno che ha nel suo portafoglio marchi come Chanteclair, Spuma di Sciampagna e Quasar. È stato travolto domenica da un’auto durante una gara ciclistica.

Seregno è sotto shock per la morte di Roberto Silva, imprenditore che gestiva l’azienda di famiglia, la ItalSilva-Gruppo Desa di Seregno che ha nel suo portafoglio marchi come Chanteclair, Spuma di Sciampagna e Quasar. Silva, 53 anni, è finito contro un’autovettura durante la Granfondo della Versilia che si è svolta domenica 12 maggio: l’impatto è avvenuto nella lunga discesa dal Cipollaio in Alta Versilia. Insieme a Silvia, deceduto dopo 48 ore di agonia all’ospedale Cisanello di Pisa, è rimasto coinvolto anche un altro cicloamatore, Alessio Lemma, 43enne di Milano ricoverato all’ospedale Versilia di Lido di Camaiore con diverse fratture.

Ancora non è ben chiara la dinamica dell’incidente che ha coinvolto Silva (che gareggiava per il Team Maggi Off Road) che era stato trasportato in eliambulanza presso l’ospedale Cisanello di Pisa in codice rosso dopo che, nell’impatto con la vettura, aveva perso conoscenza ed era andato in arresto cardiaco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA