Seregno: concluso per 75 giovani il corso di formazione al volontariato internazionale
Il gruppo di studenti che ha concluso il corso di volontariato Un ponte intorno al mondo” (Foto by Paolo Volonterio)

Seregno: concluso per 75 giovani il corso di formazione al volontariato internazionale

Si è concluso alla casa della Carità di Seregno con la giornata residenziale il corso di formazione al volontariato e alla Cooperazione internazionale “Un ponte intorno al mondo”, promosso dal Gruppo Solidarietà Africa di Seregno.

Alla casa della Carità di Seregno, sabato 4 dicembre, si è svolta la giornata residenziale a conclusione della serie di incontri del corso di formazione al volontariato e alla Cooperazione internazionale “Un ponte intorno al mondo”, promosso dal Gruppo Solidarietà Africa di Seregno. Corso che ha visto la partecipazione di 75 giovani delle classi quarte e quinte degli istituti superiori della zona. I giovani, provenienti da diverse cittadine della Brianza, frequentano gli istituti Bassi e Levi di Seregno, liceo Parini nelle sedi sia di Seregno che Lissone e del liceo Majorana di Desio.

“Nei tre incontri precedenti, che hanno preceduto la giornata di sabato - ha detto Paolo Viganò, presidente Gsa Africa - i ragazzi hanno affrontato i temi più attuali in ambito di volontariato tra cui gli importanti problemi relativi alla ristrutturazione degli enti del Terzo Settore che confluiscono nel registro unico nazionale. Le motivazioni, le esigenze di trasparenza e comunicazione, le modalità di raccolta fondi e le strategie organizzative meglio rispondenti ai bisogni del contesto all’interno dei quali ci si muove, sono stati gli argomenti che hanno molto coinvolto i ragazzi”.

Numerose sono state le associazioni che hanno portato il loro contributo alla formazione dei giovani, oltre al Centro Servizi Volontariato di Monza Lecco Sondrio, a Cadom e a Cooperazione Internazionale di Milano, hanno partecipato Auxilium India, associazione Carla Crippa, Anffas, Seregno Soccorso, Avis e Culture senza frontiere.

“Le idee e i progetti scaturiti dai diversi gruppi di lavoro- ha proseguito Viganò- costituiranno il programma dei prossimi interventi che il Gruppo Solidarietà Africa effettuerà nei Paesi africani ma anche a favore di situazioni di disagio presenti sul territorio”.

I diplomi consegnati ai corsisti sono testimonianza e sottoscrizione di un comune impegno a favore dei meno fortunati oltre ogni confine vicino o lontano. Il saluto conclusivo è stato dell’assessore alla cultura del comune di Seregno, Federica Perelli, che ha riassunto gli obiettivi che devono essere la realizzazione dei sogni di tanti giovani concretamente radicarti nella società che li circonda. Cittadinanza attiva significa impegno per il bene di tutti che diventa il bene di ciascuno di noi. Il corso, giunto alla sua ottava edizione e realizzato nonostante le insidie della pandemia, è stato patrocinato dal comune di Seregno e sostenuto dalla fondazione della Comunità di Monza e Brianza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA