Seregno, anche Carla Fracci alla presentazione di “Voci della storia”
La celebre ballerina Carla Fracci con un gruppo di ragazze a Seregno in sala Gandini ( foto Volonterio) (Foto by Paolo Volonterio)

Seregno, anche Carla Fracci alla presentazione di “Voci della storia”

C’era anche Carla Fracci a Seregno alla presentazione della quarta edizione del festival storico letterario “Voci della storia”. Tra i partecipanti ci saranno Mario Giordano, Alessandro Barbero, Gianluigi Nuzzi, Gillo Dorfles e Gualtiero Marchesi

“Voci della storia”, il festival storico letterario, giunto alla quarta edizione, dopo il più che positivo prologo e novità di “voci della storia scuola”, cambia in parte il suo format. Si snoderà su due fine settimana con l’aggiunta rispetto alle precedenti edizioni anche di conferenze, laboratori e presentazioni per i più piccoli, oltre a rievocazioni storiche e ai grandi big della cultura. Il primo fine settimana è fissato dal 27 al 29 maggio il successivo dal 10 al 12 giugno, quando la storia diventerà anche spettacolo. L’evento è stato presentato questo pomeriggio (14 maggio) in sala Gandini, presente il sindaco Edoardo Mazza, l’assessore alla cultura Giacinto Mariani, Dario Nobili, presidente della rete d’impresa “Vivi Seregno”, Eva Musci, direttore artistico del festival e come ospite d’onore Carla Fracci, che ha presentato la sua biografia “Passo dopo Passo”.

«Anche stavolta desideriamo raccontare una Storia “nuova”, quella della “gente comune”- ha detto il sindaco Edoardo Mazza-, uomini e donne, che vissero la storia, la grande storia con la “esse” maiuscola e la piccola storia». Una storia, come dice il professor Franco Cardini, presidente onorario di “Voci della storia” « fatta sì, di battaglie, eroi, ma anche di problemi veri, gente viva, che ha vissuto, amato, lavorato, talvolta ha commesso autentiche porcate, ma spesso ha realizzato delle gran belle cose».

« Il tema che ci siamo prefissi di affrontare- ha aggiunto Eva Musci, direttrice artistica del festival- è quanto mai impegnativo e ricco di insidie, perché analizzeremo il Novecento, secolo delle grandi guerre, delle grandi scoperte, delle rivoluzioni culturali e degli ideali traditi. Un secolo di rottura dove l’intera umanità ha accelerato il corso della vita, ma ancora forse troppo vicino, perché davvero si riesca a cogliere tutta la drammatica importanza e gli effetti di alcune scelte che ancora oggi perdurano, tra guerra in corso, attentati e migrazioni».

L’apertura di venerdì 27 maggio, è stata affidata ad Antonio Caprarica, che presenterà un omaggio alla regina Elisabetta, in occasione del suo 90mo compleanno e del 64mo anno di regno, il più lungo di tutta la storia britannica. Seguiranno personaggi come Mario Giordano, Alessandro Barbero, Gianluigi Nuzzi, Gillo Dorfles, Antonio Calabrò e Gualtiero Marchesi. Tra le particolarità della quarta edizione, ci sarà, la “lectio magistralis” per bambini su Cleopatra con la storica Jennifer Radulovic e il laboratorio di geroglifici. La lezione di Coco Chanel con lo stilista di alta moda Filippo Flocco, per il quale sfileranno sue storiche creazioni.

Un dibattito sul liberalismo tra i filosofi Corrado Ocone e Giuseppe Girgenti. Le rievocazioni storiche saranno affidate ad alcuni tra i migliori gruppi presenti in Italia. Per il periodo romano alla “Legio VIII Augusta”, che permetterà al pubblico di prendere parte all’addestramento dei legionari, mentre per il periodo medievale a “Brianza medievale-compagnia del Corvo” e ai “ Credendari” di Ivrea.


© RIPRODUZIONE RISERVATA