Scandalo rifiuti, processo in vista

Riti alternativi per tutti i Sangalli

Scandalo rifiuti,  processo in vista  Riti alternativi per tutti i Sangalli

Processo in vista per il grosso degli imputati coinvolti nell’indagine Clean City, relativa alle tangenti versate per gli appalti dei rifiuti di Monza e altri comuni. Il 20 giugno è la data fissata per l’udienza davanti al gup Rosaria Pastore. Riti alternativi per i principali imputati tra i quali la famiglia Sangalli.

Processo in vista per il grosso degli imputati coinvolti nell’indagine Clean City, relativa alle tangenti versate per gli appalti dei rifiuti di Monza e altri comuni. Il 20 giugno è la data fissata per l’udienza davanti al gup Rosaria Pastore. La famiglia Sangalli (papà Giancarlo, e i tre figli Daniela, Patrizia e Giorgio), l’ex assessore all’ambiente Giovanni Antonicelli e l’ex consigliere provinciale Daniele Petrucci (ma anche la segretaria della Sangalli, Laura Milanesi, l’ex dirigente comunale monzese Gabriella Di Giuseppe e Claudio Brambilla) hanno preferito evitare il dibattimento, scegliendo il patteggiamento o il rito abbreviato (con i relativi benefici in termini di computo della pena).


© RIPRODUZIONE RISERVATA