Rifiuti a Cavenago: arrivano raccolta a domicilio di verde e ingombranti (e telecamere contro gli abusi)
Nei piani anche un giro di vite ai problemi con i cestini pubblici, come alle Foppe

Rifiuti a Cavenago: arrivano raccolta a domicilio di verde e ingombranti (e telecamere contro gli abusi)

Novità per la gestione dei rifiuti a Cavenago Brianza, Comune simbolo in passato dell’esordio della differenziata: arrivano raccolta a domicilio di verde e ingombranti e la stretta sulle discariche abusive.

Dal primo febbraio a Cavenago ci saranno due novità per i servizi di raccolta rifiuti. Partiranno infatti con l’inizio del prossimo mese il servizio di raccolta del verde a domicilio e quella dei rifiuti ingombranti. La prima avverrà a cadenza quindicinale, mentre la seconda sarà su prenotazione.

Le novità sono state ufficializzate dalla consigliera con delega all’ambiente Michela Rigato e dell’assessore al bilancio Clara Colombo che in un comunicato hanno affermato che entrambi i servizi «verranno svolti senza alcun aumento, alla collettività, della tassa rifiuti».

Nel comunicato si legge anche una novità in merito alla tutela dell’ambiente e una stretta contro chi abbandona i rifiuti: «In risposta alla problematica relativa all’abbandono di rifiuti indifferenziati nei pressi dei cestini pubblici, abbiamo rivisto il piano di svuotamento degli stessi sia in paese sia come promesso all’area “Le Foppe” - hanno precisato Rigato e Colombo -. A questo seguirà, come già avvenuto in passato, un’operazione determinata di controllo, repressione e sanzionamento del fenomeno dell’abbandono, anche e soprattutto con l’utilizzo di telecamere mobili».

Dal Comune si sottolinea l’impegno indirizzato soprattutto a «consentire che l’impegno della stragrande maggioranza dei cittadini non sia vanificato dai cattivi comportamenti di pochi altri. L’ambiente è costituito da tanti piccoli tasselli e ciascuno di noi ha il dovere di tutelarli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA