Ricchiuti (Pd) al ministro Orlando: «Procura sotto organico, più magistrati a Monza»
La nuova procura di Monza

Ricchiuti (Pd) al ministro Orlando: «Procura sotto organico, più magistrati a Monza»

Ricchiuti (Pd) della Commissione d’inchiesta Parlamentare: “In questo territorio colonizzato dalla mafia, il Ministro permetta che la Giustizia funzioni. Servono più magistrati»

«La Procura di Monza è un’eccellenza nel panorama nazionale, eppure attualmente risulta penalizzata e sottorganico: chiedo al Governo di intervenire il prima possibile». È una denuncia forte quella all’indirizzo del Ministro della Giustizia Andrea Orlando. Ad inviare l’interrogazione all’indirizzo del Ministro Orlandi ci ha pensato Lucrezia Ricchiuti, ex vicesindaco di Desio e oggi Senatrice della Repubblica per il Partito democratico e membro della Commissione d’inchiesta parlamentare sulle mafie.

Ricchiuti, nel testo presentato al Senato, ha spiegato nel dettaglio le ragioni del suo intervento: «Monza era e, per certi aspetti, ancora è un gioiello in termini di funzionalità del tribunale, tanto che nel 2013 gli sono stati conferiti il premio Costantinus in ragione dell’eccellenza conseguita per la ‘metodologia di lavoro’ e il premio del CNR per l’innovazione”, spiega la senatrice brianzola che aggiunge: “Il tribunale è il primo in Italia per la modernizzazione telematica, grazie al consolidamento del processo civile telematico, all’intesa con gli avvocati locali e alle estensioni telematiche nel settore penale».

Nel 2011 l’allora governo Monti aveva operato una complessiva redistribuzione sul territorio degli uffici giudiziari, al fine di realizzare risparmi di spesa ed incrementare l’efficienza. In quel contesto era stata chiusa la sezione distaccata di Desio del tribunale di Monza, con non pochi disagi. Sul tribunale di Monza, infatti si sono riversate le innumerevoli pratiche giudiziarie che prima venivano trattate dalla sezione distaccata di Desio.

La senatrice  democratica Ricchiuti

La senatrice democratica Ricchiuti

Ma oggi, come spiega Ricchiuti, il Tribunale di Monza «è entrato in sofferenza per le carenze di organico: mancano magistrati e personale di cancelleria». «La procura monzese – spiega la senatrice Dem – si trova in una posizione di forte discriminazione avendo un organico inferiore a molte procure di utenza minore». Da una attenta lettura dei dati, infatti, emerge che la Procura di Bergamo ha a sua disposizione 20 magistrati per un bacino di 1.300.000 persone e Verona che per un utenza di circa 80mila persone ha a disposizione 18 magistrati. «La Procura di Monza ha un bacino di utenza al di sopra di 1.400.000 persone con soli 16 magistrati disponibili. Nella mia interrogazione ho chiesto al Ministro della Giustizia di assumere delle iniziative e provvedimenti per risolvere il problema di mancanza di personale nella Procura di Monza», ha spiegato Ricchiuti che conclude con un ammonimento importante: “il territorio brianzolo soffre di consistenti infiltrazioni mafiose, molti dei processi e delle investigazioni sono prese in carico dalla Procura di Monza. Bisogna mettere in condizione la Giustizia di fare bene il proprio lavoro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA