Raffaele Di Stasio vince il Pizza Talent Show con l’impasto dessert dedicato al nonno
Pizza Talent Show Raffaele Di Stasio

Raffaele Di Stasio vince il Pizza Talent Show con l’impasto dessert dedicato al nonno

Raffaele Di Stasio si è aggiudicato il Pizza Talent Show in onda su Alma TV . È titolare di tre pizzerie a Lissone, Desio e Bovisio Masciago.

Era arrivato in finale da favorito e alla fine ha vinto. Dopo una battaglia di quasi tre settimane Raffaele Di Stasio si è aggiudicato il Pizza Talent Show in onda su Alma TV (ex Alice TV) e condotto da Alessandro Di Pietro. Il maestro pizzaiolo è brianzolo d’adozione: originario di Napoli, 30 anni, è titolare di tre pizzerie a Lissone, Desio e Bovisio Masciago.In tv ha sbaragliato la concorrenza degli altri 30 concorrenti risultando il migliore in tutti i vari tipi di pizza e venendo incoronato come miglior pizzaiolo assoluto.

Pizza Talent Show Raffaele Di Stasio

Pizza Talent Show Raffaele Di Stasio

La carta vincente è stata la “pizza dessert”: il nome è “Un ricordo d’infanzia” dedicata al nonno e gli ingredienti sono un impasto gourmet dolce all’orzo, laccata di sciroppo d’acero e zucchero di canna, crema al latte, mousse al cioccolato bianco, chips di cioccolato aromatizzate all’arancia, dressing al cioccolato fondente, scagliette di nocciole.

“Sono davvero emozionato, ho realizzato un sogno. Da piccolo volevo diventare un grande calciatore ed ero anche davvero forte, purtroppo per alcuni problemi familiari ho dovuto smettere ed iniziare a lavorare. Mi sono innamorato della pizza e ho deciso che sarei diventato il migliore, la vittoria di stasera mi ripaga di tanti sacrifici”, ha dichiarato molto emozionato Raffaele Di Stasio.

Oltre a Raffaele Di Stasio sono stati premiati anche altri due pizzaioli: Lorenzo Carletti come miglior pizzaiolo del centro e Alessandro Panico come miglior pizzaiolo del sud. La giuria che ha giudicato questi 30 pizzaioli nelle 13 puntate è stata composta dal capitano della nazionale pizzaiolo acrobati Danilo Pagano, dai maestri Luciano Sorbillo, Fabio Sonciani, Luigi Stramerra e Stefano Callegari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA