Processo Ponzoni, la sentenza

prevista per il venerdì Santo

Processo Ponzoni, la sentenza  prevista per il venerdì Santo

Sarà un venerdì di passione. Anche per Massimo Ponzoni e per i componenti della sua “squadra”. Venerdì 18 aprile, venerdì Santo, due giorni prima di Pasqua, fissato il termine (e quindi la sentenza) del processo a carico dell’ex golden boy della politica e degli altri imputati coinvolti nell’inchiesta per corruzione.

Sarà un venerdì di passione. Anche per Massimo Ponzoni e per i componenti della sua “squadra”. Venerdì 18 aprile, venerdì Santo, due giorni prima di Pasqua, fissato il termine (e quindi la sentenza) del processo a carico dell’ex golden boy della politica e degli altri imputati coinvolti nell’inchiesta per corruzione (e per l’ex assessore regionale Pdl anche di bancarotta). Per l’accusa la”squadra” sarebbe stata in grado di influenzare le vicende urbanistiche dei comuni di Desio (feudo di Ponzoni) e Giussano. Accuse fortemente osteggiate dalle difese. Per Ponzoni chiesta la condanna ad 8 anni e 3 mesi di reclusione, concesse le attenuanti. 4 anni e 6 mesi, senza la concessione delle attenuanti per un vecchio precedente di 20 anni fa per l’ex vicepresidente della Provincia di Monza ed ex assessore all’urbanistica di Desio Antonino Brambilla, 4 anni e otto mesi per l’ex capo ufficio tecnico del comune desiano Rosario Perri, 3 anni e due mesi per l’ex sindaco di Giussano Franco Riva e il faccendiere Filippo Duzioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA