Ospedale di Desio: successo per l’open day  dedicato a mamme e bambini, emozione  per il ricordo dei lutti perinatali
L'onda di luce all'ingresso dell'ospedale di Desio per abbracciare virtualmente tutte le mamme ( foto Volonterio)

Ospedale di Desio: successo per l’open day dedicato a mamme e bambini, emozione per il ricordo dei lutti perinatali

In occasione della giornata mondiale della consapevolezza sulla perdita perinatale e infantile il reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale di Desio con i consultori hanno promosso un “open day”: è stato necessario raddoppiare i turni dei laboratori. Emozione alla sera per il ricordo dei bimbi nati morti o colpiti da lutto perinatale.

In occasione della giornata mondiale della consapevolezza sulla perdita perinatale e infantile, che è stata ricordata venerdì 15 ottobre, il reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale di Desio con i consultori hanno promosso, dalle 14.30 in poi, un “open day”. Un incontro con il territorio per la formazione, con specialisti su tematiche specifiche, riservato alle donne e in particolare alle mamme e ai loro bimbi, nella pancia o appena nati.

L’open day è stato curato dal direttore di struttura complessa del reparto di ginecologia e ostetricia, professoressa Anna Locatelli, dal dottor Armando Pintucci, responsabile della sala parto, unitamente alla coordinatrice Simonetta Motta a cui hanno collaborano tutte le ostetriche, i ginecologi, le psicologhe dei servizi e il servizio vaccinale.

Alcuni laboratori dell'open day organizzati dai reparti di ostetricia, ginecologia (foto Volonterio)

Alcuni laboratori dell'open day organizzati dai reparti di ostetricia, ginecologia (foto Volonterio)
(Foto by Paolo Volonterio)

Un open day che ha registrato molta affluenza di persone, oltre 500, in prevalenza mamme, tanto che tutti i laboratori hanno dovuto, per la richiesta, effettuare un doppio turno che si è concluso intorno alle 19.

Tutto il personale dei reparti interessati si è poi portato all’ingresso del nosocomio dove è stato liberato un fascio di palloncini bianchi, in ricordo dei bimbi nati morti o colpiti da lutto perinatale, quindi alcune coppie di genitori colpiti da questa esperienza di dolore hanno esposto la loro testimonianza.

È seguito l’intervento dell’ostetrica dottoressa Jessica Pezzotta che aderisce all’associazione “Ciao Lapo” , a cui è seguito l’intervento della dottoressa Valeria Porro della psicologia clinica, che ha letto un brano molto significativo sull’argomento. Al termine è sono state accese le luci azzurre e rose all’ingresso del nosocomio e un grande cuore. Un’onda di luce per abbracciare virtualmente tutte le madri, i padri e le famiglie che hanno perso un bambino atteso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA