Nuovi parcheggi a pagamento a Lissone: 1.300 firme contro le strisce blu
Lissone: parcheggi a pagamento con le strisce blu (Foto by Gianni Radaelli)

Nuovi parcheggi a pagamento a Lissone: 1.300 firme contro le strisce blu

I cittadini di Lissone protestano contro il nuovo piano di gestione della sosta che ha allargato la zona dei parcheggi a pagamento: circa 1.300 firme raccolte contro le strisce blu, anche di non residenti in città.

Sono circa 1.300 le firme che sono state raccolte (900 di lissonesi e titolari di attività commerciali e produttive, ma anche altre 400 di non residenti che però frequentano la città) per chiedere all’amministrazione di Lissone di rivedere il nuovo piano di gestione della sosta. Le ha consegnate al sindaco Concetta Monguzzi il capogruppo di Fratelli d’Italia, Ruggero Sala.

Il documento chiede di estendere la validità del pass sosta gratuita destinato ai residenti anche alla Zona Rossa, di ripristinare anche per dicembre il parcheggio gratuito la domenica e dalle 12.30 alle 15 nei giorni feriali, ed assegnare il pass sosta al singolo nucleo familiare e alla singola attività, senza vincolarlo alla targa di una sola auto.

Lissone: post ironico sui parcheggi blu sul gruppo facebook Sei di Lissone se

Lissone: post ironico sui parcheggi blu sul gruppo facebook Sei di Lissone se


© RIPRODUZIONE RISERVATA