Mosca, Salvini e Toti i più votati

dai brianzoli alle Europee

Mosca, Salvini e Toti i più votati  dai brianzoli alle Europee

Per la capolista del Pd un regalo di compleanno davvero speciale con quasi ventimila preferenze raccolte in provincia di Monza e Brianza. L’exploit del leghista Matteo Salvini: un elettore su tre del Carroccio gli ha dato il voto.

Alessia Mosca del Pd, Matteo Salvini della Lega Nord e Giovanni Toti di Forza Italia sono stati i candidati alle Europee più votati dai 437.200 elettori della provincia di Monza e Brianza. Si tratta del 65,47% del corpo elettorale composto da 667.787 aventi diritto al voto: significa che il primissimo partito è quello dell’astensionismo, forte di 230mila voti, in aumento rispetto a cinque anni fa. I capilista dei vari partiti l’hanno fatta da padroni in fatto di preferenze. Non senza qualche sorpresa. La più votata in Brianza è stata Alessia Maria Mosca detta Alessia con 19.996 preferenze: significa che un elettore su otto del partito di Renzi le ha affidato la preferenza. La biassonese ai vertici del Pd nazionale ha così festeggiato nel migliore dei modi il compleanno numero 39 essendo nata a Monza il 23 maggio 1975. Straordinario il voto personale raccolto da Matteo Salvini della Lega in provincia di Monza. Il leader del Carroccio ha ottenuto 15.867 preferenze: una ogni tre elettori dei lumbard che in Brianza hanno raccolto 53.325 voti complessivi. Terza piazza per Giovanni Toti di Forza Italia, con 11.133 voti personali: uno ogni sei espressi nelle urne dagli elettori azzurri. E i candidati brianzoli? Lontani per non dire lontanissimi dalle posizioni di vertice. Giacinto Mariani, sindaco leghista di Seregno, è stato il più votato con 2.745 preferenze. Iva Zanicchi, eurodeputata uscente di Forza Italia, ha ottenuto 2.330 preferenze. Alfredo Luis Somoza di Vimercate si è tolto la soddisfazione di battere il capolista de L’altra Europa con Tsipras, Curzio Maltese, risultando il più votato con 1.629 preferenze. Per lo stesso partito Anita Giuriato, assessore a Carnate, ha ottenuto 517 voti personali. Anche Amedeo Santoro dell’Italia dei Valori con i suoi 67 voti ha superato il capolista Ignazio Messina. L’avvocato monzese capolista di Io Cambio, Agostino D’Antuoni, ha ottenuto 57 voti personali. Nello stesso partito William Carmagnola ne ha raccolti 16 e Adolfo Brusa 14. Il derby al femminile tra i Fratelli d’Italia è stato vinto da Paola Bencini che ha ricevuto 545 preferenze rispetto alle 248 di Lucia Arizzi. Infine il risultato dei Green Italia Verdi Europei che con Roberto “Nik” Albanese hanno avuto 51 preferenze mentre per Maria Debora Sanna le preferenze personali sono state 28.


© RIPRODUZIONE RISERVATA