Monza Visionaria 2019 chiude con i Notturni al roseto, street parade e Piano Nobile
I Notturni al roseto

Monza Visionaria 2019 chiude con i Notturni al roseto, street parade e Piano Nobile

Ancora tre giorni di appuntamenti per Monza Visionaria 2019 di Comune e Musicamorfosi: sono i Notturni al roseto, la street parade dal centro e Piano Nobile alla Reggia.

Ancora due giorni di Monza Visionaria con tre giovani classici della rassegna voluta da Musicamorfosi e Comune di Monza: i Notturni al roseto, la street parade e Piano Nobile. Venerdì 24 e sabato 25 dalle 21.30 sono i giorni degli ormai indispensabili Notturni. “L’esclusivo format vedrà concerti e performance artistiche interdisciplinari distribuite all’intero del roseto, che regalerà un’esperienza suggestiva e multisensoriale grazie all’intreccio di suggestioni del luogo e performance artistiche”.

Musicamorfosi presenta il doppio appuntamento sotto l’etichetta “Idoli” come “un vero e proprio percorso naturale e artistico alla riscoperta di icone musicali del passato: otto postazioni con artisti da tutto il mondo reinterpreteranno musiche senza tempo da Jimi Hendrix a Mary Poppins, dal leggendario sound di Woodstock alle ben note trasposizioni musicali vincitrici di Oscar, Golden Globe e Grammy Award nel 1965 del personaggio di Pamela Lyndon Travers.Non mancheranno le speciali Visite Visionarie del Festival, grazie a cui il pubblico potrà immergersi in una visita guidata attraverso le suggestioni storiche e architettoniche della Villa seguendo in cuffia wireless il racconto di Andrea Taddei con voce narrante del musicista, dj e conduttore radiofonico Alessio Bertallot”.

COME acquistare il biglietto

Monza Visionaria (di cui il Cittadino è media partner) come tradizione, sabato 25 passa anche dal centro storico della città: la tata Mary Poppins sarà protagonista ideale anche di due ulteriori appuntamenti, Bloody Mary Poppins e Mary Poppins Aperitivo, che vedrà un’orchestra itinerante intonare i temi della celeberrima colonna sonora del film attraversando il centro storico fino a piazza Duomo per un aperitivo unico al Tearose Deli nel cuore di Monza.

Anche quest’anno il gran finale si consuma all’interno degli spazi della Villa reale di Monza, dove Musicamorfosi di Saul Beretta torna proporre le sorprese del progetto Piano Nobile: cioè il piano nobile in cui vengono allestiti gli spazi musicali e la nobiltà intrinseca del pianoforte.

David Irimescu

David Irimescu

Anche se, questa volta, tra i protagonisti c’è la strumento indiano per eccellenza : è infatti Sazed Ul Alam ad aprire la giornata di domenica 26 maggio con il concerto “Risveglio indiano” all’interno degli spazi della Reggia. E poi, a seguire, la performance al pianoforte di uno dei più importanti talenti internazionali. «Piano Nobile è concepito come esperienza sinestetica per il visitatore nelle sale di Villa reale dove il “piano” connota lo strumento musicale ma anche un progetto d’arte e intrattenimento nello spazio aristocratico, titolato, illustre della Reggia» dice Saul Beretta: «Sarà una passeggiata in musica con performance d’eccezione» che oltre al Raga del mattino prevede anche il piano concept su Chopin&Ravel con David Irimescu, «giovanissimo talento (classe 1999) vincitore di Amadeus Factory, il tutto nella cornice architettonica unica della Villa monzese» (alle 12).

Nato in Italia da una famiglia di origine rumena, Irimescu grazie ad Amadeus ha vinto per il 2019 una tournée organizzata da Gioventù musicale e un cd pubblicato dalla celebre rivista di musica classica. Allievo del conservatorio di Torino, il pianista ha già seguito masterclass con maestri di ama internazionale.

Per chiudere la rassegna Monza Visionaria, si pass aal cinema: al Capitol di Monza alle 18 la proiezione di “Asbury Park: lotta, redenzione, rock and roll”, il docu-film del regista Tom Jones che racconta gli anni d’oro, la decadenza e la rinascita della mitica shore del New Jersey attraverso materiali e interviste inedite tra cui le testimonianze di Bruce Springsteen e Steve Van Zandt.


© RIPRODUZIONE RISERVATA