Monza, un altro arresto e due denunce nella “compagnia del centro”
Monza rapine Gta polizia di Stato

Monza, un altro arresto e due denunce nella “compagnia del centro”

Un arresto e due denunce a carico di altri giovani riconducibili alla “compagnia del centro” responsabile di rapine e violenza nel centro storico di Monza.

Gli arresti di un mese fa a Monza non hanno fermato i ragazzi della cosiddetta “compagnia del centro”. Ma neanche il lavoro della polizia, che nei giorni scorsi ha effettuato un arresto e due denunce a carico di altri giovani riconducibili alla stessa comitiva solita trovarsi nelle vie e nelle piazze del centro storico, finita al centro delle cronache poche settimane fa dopo l’esecuzione di sei misure cautelari nei confronti di altri ragazzi per reati di rapina e tentato omicidio.

LEGGI Monza: sei arresti per tentato omicidio e rapine nello stile del videogioco “Gta” - VIDEO

La prima denuncia è stata formalizzata a un 21enne, residente in città, con accuse di rapina ai danni di un coetaneo e ricettazione.
Martedì mattina, invece, gli agenti della Questura brianzola hanno arrestato un cittadino dominicano minorenne, mentre un neo diciottenne è stato denunciato. I due monzesi avrebbero commesso in via Manzoni una rapina in danno di due giovanissimi. Tutti e tre i giovani erano già noti agli investigatori, appunto, come appartenenti alla “compagnia del centro”, un gruppo di ragazzi soliti stazionare tra via Longhi, Piazza San Paolo, la passerella del Lambro al Ponte dei Leoni, piazza Trento e Trieste.

L’inchiesta, formalmente chiusa dalla procura, su una serie di rapine (10 episodi) e un presunto caso di tentato omicidio ai danni un giovane filippino. Sei i ragazzi in carcere, anche se due di questi hanno ottenuto gli arresti domiciliari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA