Monza: sul treno con della droga in un borsone, l’odore dello stupefacente fa scattare l’arresto
Agenti della polizia ferroviaria

Monza: sul treno con della droga in un borsone, l’odore dello stupefacente fa scattare l’arresto

Nei guai una ragazza italiana di 24 anni che stava viaggiando su un convoglio partito da Milano. Gli agenti della polizia ferrovia in servizio le sono passati accanto e si sono insospettiti: nel borsone aveva marijuana e hashish

A tradirla è stato l’odore. Quello della droga custodita in un borsone che aveva con sè, su una carrozza di un treno partito da Milano: non è sfuggito al fiuto degli agenti della Polizia Ferroviaria di Milano che hanno arrestato una ragazza italiana di 24 anni con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

La scoperta e il successivo arresto sono avvenuti sul treno, in prossimità della stazione di Monza: quando gli agenti della polizia ferroviaria sono passati accanto alla ragazza, sentito il forte odore di stupefacenti, si sono immediatamente insospettiti. Hanno quindi proceduto alla identificazione della giovane e hanno effettuato un controllo del contenuto del borsone: all’interno hanno trovato circa 30 grammi di marijuana e 40 grammi di hashish, oltre a un bilancino di precisione, un coltello di grosse dimensioni ed una cospicua somma di denaro. Altri 15 grammi di cannabis la 24enne li aveva addosso. Oltre all’arresto è scattato il sequestro dello stupefacente.

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA