Monza, sedicenne apre la portiera e si lascia cadere dall’auto: non voleva tornare a casa
Monza ospedale San Gerardo (Foto by Edoardo Terraneo)

Monza, sedicenne apre la portiera e si lascia cadere dall’auto: non voleva tornare a casa

Una lite col fidanzato di diciassette anni, dissapori in famiglia che pur di tornare a casa l’hanno convinta ad aprire la portiera e lasciarsi cadere sull’asfalto. Una ragazzina di sedici anni è ricoverata all’ospedale San Gerardo dopo essere stata soccorsa in viale Fermi a Monza.

Un gesto di ribellione che è costato un ricovero in ospedale. Protagonista una ragazza di 16 anni residente nel Vimercatese che nel pomeriggio di domenica 29 settembre, mentre era in auto con il fidanzato monzese di 17 anni e la madre di lui all’imbocco di viale Fermi a Monza, improvvisamente ha aperto la portiera e si è lasciata cadere sull’asfalto. I soccorsi sono stati attivati in codice rosso con l’intervento di ambulanza e automedica che, dopo le prime cure, l’hanno trasportata all’ospedale San Gerardo in codice giallo.

Alla polizia locale di Monza il compito di ricostruire una vicenda dai difficili risvolti personali. Da quanto è emerso infatti il gesto della ragazza sarebbe maturato a causa di dissapori familiari. Ed è arrivato in seguito a un precedente litigio col fidanzato, in viale Lombardia, che aveva richiesto anche l’intervento dei carabinieri. Sembra proprio che la giovane non volesse essere riaccompagnata a casa in Brianza, preferendo stare col ragazzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA