Monza, nelle scuole primarie torna il progetto contro l’obesità infantile
Cuscus vegano in mensa alla scuola elementare di Vimodrone (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza, nelle scuole primarie torna il progetto contro l’obesità infantile

L’educazione al mangiare sano entra per il terzo anno nelle scuole primarie di Monza. È stata presentata all’istituto Raiberti l’edizione 2016-2017 del progetto FitFoodness CamKids, che si propone di prevenire e contrastare sovrappeso e obesità infantile, un fenomeno allarmante e in crescita.

L’educazione al mangiare sano entra per il terzo anno nelle scuole primarie di Monza. È stata presentata all’istituto Raiberti l’edizione 2016-2017 del progetto FitFoodness CAMKids, che si propone di prevenire e contrastare sovrappeso e obesità infantile, un fenomeno allarmante e in crescita.

LEGGI Scuola, l’insalata biologica non piace agli alunni e Vimercate la toglie dalle mense

Entra così nel vivo il terzo anno di attività del progetto firmato dal centro Cam in collaborazione col Comune che, dopo il successo delle prime due fasi, torna sui banchi della città . Il percorso ha come obiettivo di sensibilizzare gli studenti in età pediatrica sull’importanza di una sana alimentazione e abitudine al movimento per prevenire l’insorgenza di patologie che si associano all’obesità.

Un progetto che passa anche dalla qualità della merenda di metà mattina e dall’aumento del consumo quotidiano di frutta e verdura, da una buona colazione al mattino (nel 50% dei casi all’inizio del progetto era insufficiente o assente) e dal ridotto consumo di bevande zuccherate.

Sono i temi emersi dal monitoraggio scientifico avvitato a partire dall’edizione 2015-2016, attraverso questionari per i bambini e le loro famiglie prima e dopo l’intervento. Questionari restituiti compilati nel 96% dei casi a testimonianza dell’interesse per l’argomento. I risultati sono stati elaborati nell’ambito di una Tesi di Laurea Magistrale dedicata al progetto FitFoodness da una studentessa del corso di laurea in Alimentazione e Nutrizione Umana, che, dall’analisi delle risposte, ha evidenziato interessanti evoluzioni nello stile di vita dei bambini sottoposti al trattamento.

Il terzo anno di attività prevede il 12 dicembre il workshop formativo per i docenti. Per poi, da gennaio 2017, far tornare in aula CamMino, la mascotte del Regno di Mela Mangio, con attività ludico-didattiche ad hoc e diversificate a seconda della classe di appartenenza, laboratori esperienziali, lezioni da parte di specialisti e specifiche sessioni di attività motoria curate dai Fisiatri ed esperti in Scienze Motorie del Cam, perché i bambini possano imparare, giocando, la buona alimentazione e le sane abitudini all’attività motoria. Nel corso dell’anno si terranno poi i altri incontri e convegni con docenti e genitori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA