Monza: mostre, musica e convegni per il “Prima Festival” del Veliero
La presentazione del Festival Lì sei vero (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza: mostre, musica e convegni per il “Prima Festival” del Veliero

Non solo teatro per il festival “Lì sei vero” di Monza: ci sono anche mostre, convegni e musica. A partire da un grande appuntamento in piazza: sabato 11 maggio tutti all’arengario.

Se Sanremo ha, immancabile, il suo “Dopo Festival”, “Lì sei vero” propone per la prima volta il suo “Prima Festival”: una lunga serie di appuntamenti che, nelle intenzioni degli organizzatori e delle tante realtà coinvolte, sarà occasione per dar vita a un palcoscenico vasto, aperto a tutta la città, in grado di prendere per mano e accompagnare i monzesi a teatro. Non prima, appunto, di averli coinvolti in mostre, performance, convegni, incontri letterari e visite guidate.

Un lungo viaggio per Monza che inizierà a sabato 11 maggio, con un’intera giornata di appuntamenti in piazza Trento e Trieste, per poi proseguire sino ai giorni del Festival. L’edizione 2019 infatti, con il coinvolgimento della rete del progetto Tiki Taka e di tante realtà impegnate nell’ambito della disabilità, si arricchisce di eventi ed esperienze, alcune delle quali proseguiranno parallele anche nei quattro giorni di Festival. A fare da filo conduttore alle proposte sono l’espressione artistica come veicolo che consente di esprimere qualità e talenti e l’importanza dell’incontro, guidato da passioni condivise, per coinvolgere un nuovo pubblico.

LEGGI il programma del Festival

“Tiki Taka” è un ampio progetto del distretto di Desio-Monza che, con diversi percorsi già attivati intende innovare il sistema di welfare a sostegno alle persone con disabilità. Con una convinzione, che è la stessa de “Il Veliero”: al di là di ogni possibile limite, tutti possono essere, sono, valore sociale per la comunità. Da qui la sinergia, con un lavoro durato mesi, che ha portato al ricco calendario. Oggi, sabato 11 maggio, dalle 10 alle 18.30, la piazza diverrà un grande contenitore di valori, con il coinvolgimento di associazioni di volontariato, artisti e scuole del territorio. Sette le mostre che saranno allestite: dall’esposizione dei lavori di laboratori artistici, ai fumetti e alle fotografie. E ancora musica, spettacoli teatrali e di circo, opere di madonnari, percorsi sensoriali e giocoleria. Tra le realtà coinvolte Sms, una musica si può fare, Iride onlus, Il Seme, Uildm, Fondazione Tavecchio, La Nuova famiglia, cooperativa Lambro, liceo Nanni Valentini, liceo Frisi, Csv Monza Lecco Sondrio, La Nostra famiglia, DDI Italy, Cer Monza, cooperativa Solaris, Lega del filo d’oro, Consorzio Desio Brianza, Joomla.

Mercoledì 15 maggio è in programma al Binario 7 il convegno “La bellezza della fragilità tra narrazione, comunicazione e linguaggi”, promosso da Csv Monza Lecco Sondrio. Altro momento di confronto sarà venerdì 17, sul tema della “Giornata mondiale dell’accessibilità”, con un focus sull’accessibilità digitale. Sempre il 15 maggio, alle 21, al Binario verrà presentato il libro di Alberto Fontana “Le regole dei motoneutroni, storie di vita da raccontare. Sino al 14, anche i commercianti parteciperanno al Festival con “Arte in vetrina” e una mostra con Confcommercio, allestita in alcuni negozi della città. Dal 16 al 18 maggio, con partenza da piazza Trento e Trieste, ci sarà anche “Andar per borghi e parchi”, con Rotary club Monza nord Lissone e Uildm e sei visite all’insegna dell’accoglienza e dell’ospitalità (prenotazione uildm@uildmmonza.it).

E poi le mostre: dall’11 al 19 maggio, con apertura dalle 10 alle 18, negli spazi del teatro Binario 7, Uildm Monza, Unione italiana lotta alla distrofia muscolare e Unitalsi, sottosezione Monza, propongono la mostra “Alcuni di noi” con le fotografie di Raul Giacometti. Il professionista si è immerso nel mondo della diversità per coglierne il valore e le differenze.

E ancora la classe quarta E del liceo artistico Nanni Valentini in un percorso di alternanza scuola lavoro con il Centro di Servizo per il Volontariato Monza Lecco Sondrio ha partecipato a un corso di fumetto con Ya Basta, Arci Scuotivento e “Un ponte per”. Il risultato di oggi è una mostra, dall’11 al 19 maggio al Binario 7, di immagini per narrare il valore delle differenze.


© RIPRODUZIONE RISERVATA