Monza, lo strano caso del Crocus

Che non dovrebbe crescere in città

Monza, lo strano caso del Crocus  Che non dovrebbe crescere in città

I Boschetti reali nascondono tesori botanici inaspettati. E l’Istituto Green man fa un appello per tutelare una rara specie botanica presente all’interno dell’area verde di piazza Citterio: «Dobbiamo preservare il crocus biflorus dei Boschetti». Che di rado sboccia in città.

I Boschetti reali nascondono tesori botanici inaspettati. E l’Istituto Green man fa un appello per tutelare una rara specie botanica presente nell’area verde di piazza Citterio: «Dobbiamo preservare il crocus biflorus dei Boschetti».

Si tratta di una specie che di rado cresce nelle aree intensamente urbanizzate, come quella di Monza, e per questa sua specialità, il caso monzese è stato studiato anche dai ricercatori dell’Università di Berna. Il crocus biflorus è una specie protetta in oltre quaranta siti di interesse comunitario che, a quanto dicono gli esperti, è raro trovare in Lombardia al di fuori delle province di Bergamo e Brescia.

«Il tema della biodiversità – sostengono con forza dall’Istituto Green Man in questi giorni – dovrebbe essere un aspetto portante delle politiche ambientali della città di Monza per questo chiediamo al Comune di istituire un progetto finalizzato alla valorizzazione didattico/culturale della biodiversità locale e che questo faccia parte anche del programma operativo regionale».

Un caso anche se si pensa al progetto del parcheggio inserito dal Comune nel piano triennale delle Opere pubbliche: «In alternativa sarebbe meglio preparare un piano di interventi a favore della mobilità sostenibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA