Monza: la Croce rossa arruola per il corpo militare volontario
I militari della Croce rossa di Monza (Foto by Annamaria Colombo)

Monza: la Croce rossa arruola per il corpo militare volontario

Il corpo militare volontario della Croce rossa di Monza cerca nuove persone per le attività: possono candidarsi tra gli altri meccanici, idraulici, elettricisti ma anche panificatori e falegnami.

La Croce rossa di Monza cerca nuove figure per il suo corpo militare volontario. Il gruppo, attualmente costituito da una quarantina di volontari, è alla ricerca di nuove reclute da inserire nelle attività già avviate e in quelle che partiranno nei prossimi mesi.

L’appello si rivolge a persone di età compresa tra i 18 e i 56 anni, disponibili a frequentare il corso base della Croce rossa per poi essere indirizzati a seconda delle proprie attitudini, ai servizi più idonei. Possono candidarsi figure diverse: meccanici, idraulici, elettricisti ma anche panificatori e falegnami. «Il 2020 è stato un anno particolare non solo nella delicatissima fase del primo lockdown ma anche nei mesi successivi a supporto del lavoro svolto dagli altri volontari della Croce Rossa Italiana» sottolinea Roberto De Grandi, maresciallo ordinario della Croce Rossa italiana di Monza.

I militari della Cri monzese sono impegnati alle fermate degli autobus per il servizio antiassembramento, come autisti nella consegna di pacchi alimentari e farmaci agli anziani e alle persone in quarantena. «Per il futuro - anticipa De Grandi - stiamo organizzando nuovi servizi, primo tra tutti l’attuazione di corsi di primo soccorso riservati ai carabinieri di Monza e Brianza. I volontari potranno crescere all’interno del gruppo specializzandosi nel Nucleo Cbrn (chimico biologico radiologico nucleare) all’avanguardia con mezzi per il trasporto di personale in biocontenimento o in altre professionalità militari».

Il corpo militare crocerossino collabora, inoltre, con il Naapro, il Nucleo di arruolamento di attività promozionale e i servizi di Dob, vale a dire di disinnesco di ordigni bellici, in collaborazione con il Naapro Como Lecco. «Credo molto nel lavoro svolto dai militari della Cri - afferma Dario Funaro, presidente della Croce rossa italiana di Monza - In questi mesi il loro supporto è stato prezioso e importante. Finita la fase di emergenza sanitaria il loro impegno e la loro presenza proseguiranno con l’avvio di nuovi servizi e il costante aiuto alle attività promosse dal nostro comitato». Per candidarsi è necessario inviare un’email a [email protected].


© RIPRODUZIONE RISERVATA